Basket: Trieste è più squadra, Reggio Emilia battuta nel recupero di Serie A

L’Unahotels Reggio Emilia non passa all’Allianz Dome, alias PalaRubini: l’Allianz Trieste fa suo il recupero della 7a giornata battendo la formazione di coach Antimo Martino con il punteggio di 78-69. Prestazione di buon livello del collettivo per la squadra di Eugenio Dalmasson, con Myke Henry a quota 14 punti e Milton Doyle, Marcos Delia e “Lobito” Fernandez (anche 10 assist per lui) con 10. Dall’altra parte ai 21 di Tomas Kyzlink, ai 20 di Josh Bostic e ai 17 di Frank Elegar si accompagna a una generale apatia del resto del roster, con Brandon Taylor, in particolare, di rado in partita. Trieste sale a quota 10 in classifica, Reggio Emilia (con una gara in meno) resta a 12.

La scelta (non inusuale) di Martino di far partire Bonacini in quintetto base non funziona: Trieste la sfrutta e immediatamente porta in scena un parziale di 11-0 che dura per i primi 3’20”. Il blocco USA di Reggio Emilia trova un controparziale di 0-7, poi il duello diventa tra la coppia Delia-Doyle e il solo Kyzlink, che riporta i suoi fino al -2 (17-15). Ci pensa Daniele Cavaliero, alla partita numero 600 in Serie A, a firmare il 23-17 di fine primo quarto.

Kyzlink continua a cercare di fare tutto da solo per tenere a galla i suoi, ma c’è la coppia Doyle-Henry a respingerlo in ogni occasione, mentre Fernandez continua a distribuire assist a volontà (sono ben 8 solo nei primi venti minuti). Poco prima dell’intervallo ci provano Delia e Grazulis a mettere un divario maggiore tra le due squadre, ma la coppia Elegar-Kyzlink fa sì che il punteggio all’intervallo sia di 38-32.

Rientro in campo di livello per l’Allianz, complice anche l’Unahotels che continua a non capire molto in fase difensiva. Candi frana su Delia concedendogli l’antisportivo sul 41-32, poi è Grazulis a firmare il 47-34 che causa il time out di Martino. Di lì esce un’altra Reggio Emilia, che con Taylor, Elegar e Bostic si carica e piazza un 2-15 di parziale che significa parità a quota 51 a 2’15” dalla penultima sirena. Trieste si riprende, trova in Cavaliero l’uomo dell’ordine e (dopo che Bostic per poco non si fa dare due tecnici in pochi secondi) fa riaprire a Da Ros, Alviti e Laquintana i rubinetti giuliani per il 60-51 a 2′ dal termine.

Upson continua a spingere sull’acceleratore, la tripla di Cavaliero significa 67-54 e Trieste comincia ad apparire in controllo, mentre l’Unahotels sembra non averne più per riuscire a rimettersi in carreggiata. Qualche tentativo, per la verità, arriva negli ultimi 5′, ma Upson e Fernandez sono sempre pronti a respingere gli assalti di Bostic, con i quali Reggio Emilia si riavvicina al massimo fino al -8 (75-67). Finisce 78-69.

ALLIANZ TRIESTE-UNAHOTELS REGGIO EMILIA 78-69 (23-17, 38-32, 60-51)

TRIESTE – Coronica ne, Upson 9, Fernandez* 10, Arnaldo ne, Laquintana 5, Delia* 10, Henry* 14, Cavaliero 6, Da Ros* 5, Grazulis 6, Doyle* 10, Alviti 3. All. Dalmasson

REGGIO EMILIA – Bostic* 20, Candi 1, Baldi Rossi*, Porfilio ne, Taylor* 8, Giannini ne, Elegar* 17, Bonacini*, Diouf 2, Kyzlink 21. All. Martino

Credit: Ciamillo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Quanto guadagna Ibrahimovic a Sanremo? Cachet da urlo, la furia dei social

Charles Leclerc prima guida della Ferrari? Binotto: “Non c’è scritto sul contratto. Sainz libero di lottare in pista”