Volley, Champions League 2021. Modena piega il Kuzbass dell’ex Zaytsev: 3-1 e passo avanti verso i quarti

Inizia nel migliore dei modi l’avventura in Champions League per la Leo Shoes Modena che gioca una delle migliori gare della sua stagione e supera 3-1 il Kuzbass Kemerovo dell’ex di lusso Ivan Zaytsev. La crisi delle quattro sconfitte consecutive sembra alle spalle per la squadra di Andrea Giani che ora potrà affrontare con grande fiducia le prossime due sfide.

Modena schiera la formazione che ha demolito Ravenna sabato scorso, mentre dall’altra parte Zaytsev sembra patire un pizzico di timore reverenziale di fronte ai suoi ex compagni. Nella parte centrale del primo set la Leo Shoes prende un vantaggio considerevole (16-13) ma poi si fa riavvicinare dai russi ma nel finale qualche imprecisione di troppo del Kuzbass costa carissimo alla squadra dello Zar che si deve arrendere con il punteggio di 25-23.

Nel secondo parziale non c’è storia: Vettori guida Modena ad una prima parte travolgente, in casa russa non funziona nulla, a partire dalla ricezione e Modena vola sul 16-9 prima di chiudere senza troppi problemi con il punteggio di 25-19.

Nel terzo set si risveglia Kemerovo e soprattutto Zaytsev che vuole lasciare il segno e, dopo un buon avvio di Modena, la squadra russa riesce a ribaltare la situazione e nel finale è proprio lo Zar a fare la differenza con il servizio per lo sprint finale dei russi: 25-22. 

Si ribalta la situazione nel quarto parziale con il Kuzbass che sembra poter dominare, vola sul 10-6 e mantiene il vantaggio fino al 17-13. Modena, nel finale rosicchia punto, su punto, si riporta sotto sul 22-21, sprecando anche l’occasione del pareggio che arriva a quota 23 e arriva anche al sorpasso grazie al servizio di Christenson. Modena non molla più la presa, conquista sei match ball ed è Lavia a muro a chiudere con il punteggio di 30-28 per un 3-1 preziosissimo.

Foto LPS

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Calcio a 5, è tornata un’Italia…oriunda! Da Dudu a Padilha: tutti gli italo-brasiliani convocati da Bellarte

Coni, elezioni il 13 maggio 2021: si vota a Milano. Antonella Bellutti avversaria di Giovanni Malagò