F1, Max Verstappen: “Non ho trovato il bilanciamento, ci manca qualcosa. Pista non entusiasmante”

Max Verstappen si è distinto nelle prove libere del GP del Sakhir 2020, penultima tappa del Mondiale F1 che va in scena sull’omonimo circuito del Bahrain. Il pilota della Red Bull ha concluso la FP2 al secondo posto a 0.128 di ritardo dalla Mercedes del britannico George Russell (sostituisce il connazionale Lewis Hamilton, assente per positività al Covid-19), stesso piazzamento nella prima sessione di giornata (con un distacco di 0.176 sempre da Russell). L’olandese sembra essere l’indiziato principale per contrastare il britannico nella lotta per la vittoria e ha tutte le carte in regola per riuscire in un bel colpaccio su un layout estremamente veloce (un giro si percorre in meno di 55 secondi).

Max Verstappen non è però assolutamente soddisfatto, come traspare dalle dichiarazioni rilasciate al termine di questo intenso venerdì: “Il livello di bilanciamento su questo tracciato è difficile da trovare e noi non ci siamo ancora riusciti. Sottosterzo, sovrasterzo e trazione sono i problemi principali che ho ravvisato. Inoltre con un tracciato così corto bisogna fare molta attenzione alle temperature delle gomme“.

L’alfiere della Red Bull ha poi proseguito: “Nella simulazione di qualifica non siamo andati malissimo, però ci è mancato qualcosa e si può fare sicuramente meglio. Però come dicevo, le temperature delle gomme saranno un problema da tenere sotto controllo, oggi mi sono trovato a dover rallentare per poter fare un secondo giro lanciato in modo decente“.

L’olandese non è per nulla soddisfatto del tracciato: “È una pista nuova per tutti e piuttosto complicata, onestamente non è la più entusiasmante sulla quale ho corso: è stretta e cortissima, c’è sempre parecchio traffico e bisogna fare molta attenzione, oltre che tenere costantemente la radio aperta per avere le indicazioni. Nel secondo settore abbiamo una serie di curve cieche che sono anche pericolose in determinate situazioni“.

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Dichiarazioni da Motorsport.com

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
GP Sakhir F1 2020 Max Verstappen Mondiale F1 2020

ultimo aggiornamento: 04-12-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Volley, SuperLega: Monza continua a incantare! Vince il derbyssimo con Milano al tie-break: sempre più ammazza grandi

F1, George Russell rifila la prima ‘bastonata’ a Valtteri Bottas. Il finlandese è sulla graticola