Ciclismo, Giulio Ciccone sarà il capitano della Trek in un grande giro nel 2021! L’investitura di Guercilena

Giulio Ciccone è uno dei nomi più interessanti del ciclismo italiano, non soltanto per il futuro ma già per il presente. L’abruzzese è esploso nel 2019 quando, al suo primo anno alla Trek-Segafredo, ha vinto la tappa regina del Giro d’Italia (arrivo a Ponte di Legno dopo essere transitato in prima posizione sul Mortirolo) e ha conquistato la maglia azzurra di leader della classifica riservata agli scalatori. Il 25enne aveva poi incominciato benissimo il 2020 trionfando al Trofeo Laigueglia, ma purtroppo l’emergenza sanitaria ha stravolto la stagione e ha purtroppo complicato i piani del ciclista, il quale ha anche contratto il Covid-19 e non è più riuscito a essere protagonista nel finale dell’anno agonistico.

Giulio Ciccone vanta delle eccellenti doti tecniche: è un ottimo scalatore, può fare affidamento su una buona resistenza su vari terreni e soprattutto ha ampi margini di miglioramento. Doti ampiamente apprezzate dalla Trek-Segafredo, che ha infatti prolungato il contratto. Luca Guercilena, direttore sportivo della formazione statunitense con sponsor italiano, è intervenuto a Radiocorsa, trasmissione andata in onda questa sera su RaiSport. Si è parlato di quale sarà il 2021 dell’abruzzese e, stando alle dichiarazioni del suo DS, dovrebbe essere un’annata molto interessante per Giulio Ciccone.

Il programma di gare, infatti, dovrebbe prevedere la presenza del 25enne in un Grande Giro con i gradi di capitano. Questa è l’investitura di Guercilena, a dimostrazione dell’enorme fiducia che la Trek-Segafredo riveste su questo ragazzo. Quale corsa a tappe di tre settimane? Resta ancora tutto da decidere: ipotizziamo il Giro d’Italia, che sembra essere più alla portata, o magari la Vuelta di Spagna; molto difficile che si punti subito sul Tour de France. Vincenzo Nibali si concentrerà verosimilmente sulle corse di un giorno, col mirino sulle Olimpiadi, e dunque ci sarebbe spazio per il giovane abruzzese, nome giovane e promettente che punta a un piazzamento importante in classifica generale.

Foto: Valerio Origo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Giulio Ciccone Luca Guercilena

ultimo aggiornamento: 17-12-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Beppe Martinelli per il dopo Cassani alla guida dell’Italia? Tutti gli scenari per la Nazionale

Basket: Paul Eboua in cerca di nuove occasioni dopo il taglio dai Miami Heat