Calcio, Sassuolo-Benevento 1-0: emiliani di rigore con Berardi, i giallo-rossi non sfruttano il vantaggio numerico

Il Sassuolo fa suo, non senza fatica, il primo anticipo dell’undicesimo turno della Serie A 2020-2021 e sale, momentaneamente, al secondo posto della classifica. Gli emiliani, infatti, piegano per 1-0 un Benevento davvero generoso quanto sfortunato perchè, ai punti, i giallo-rossi avrebbero probabilmente meritato il pareggio al Mapei Stadium. La sfida, invece, viene decisa da un rigore di Berardi dopo appena otto giri di lancette, con gli ospiti che hanno sfiorato il pareggio in diverse occasioni fino all’ultimo respiro, ma trovandosi sempre contro un super-Consigli. La classifica ora vede il Sassuolo a quota 22 punti, a meno 4 dalla capolista Milan, mentre le “Streghe”, rimangono al tredicesimo posto a quota 11, con 5 lunghezze sulla zona retrocessione. 

I nero-verdi di mister De Zerbi sono scesi in campo con il classico 4-3-3 con Consigli in porta, Toljan, Marlon, Ferrari e Kyriakopoulos in difesa, quindi Bourabia, Locatelli e Maxime Lopez a centrocampo, mentre il tridente (visto il perdurare dell’assenza di Caputo) è composto da Berardi, Haraslin e Djuricic. Dall’altra parte i campani di mister Pippo Inzaghi si sono schierati con il 4-3-2-1 con Montipò estremo difensore, Letizia, Tuia, Glik e Barba in difesa, quindi Hetemaj, Schiattarella e Improta a centrocampo, con Caprari e Ionita a sostegno di Lapadula, unica punta.

Il match parte su buoni ritmi e si sblocca dopo appena 8 minuti. Su un cross tentato da Maxime Lopez, infatti, Tuia colpisce con il braccio ed è penalty. Sul dischetto si presenta Berardi che spiazza Montipò. Tutto sembra puntare verso un match spettacolare e ricco di gol, ma il primo tempo non presenta particolare altri emozioni. I padroni di casa gestiscono ritmo e pallone, ma il Benevento con il passare dei minuti prende coraggio e inizia a farsi vedere dalle parti di Consigli. Occasioni se ne vedono ben poche, e il match va al riposo sul punteggio di 1-0 per gli emiliani.

In avvio di ripresa arriva un momento importante. Haraslin, infatti, affonda una durissima entrata su Letizia colpendolo pesantemente alla caviglia e l’arbitro Sozza, dopo essere stato richiamato dal VAR, gli mostra il cartellino rosso. Emiliani che sono costretti a giocare per oltre 40 minuti in 10 uomini. I giallo-rossi si riversano in avanti con gli inserimenti di Sau, Iago Falque e Roberto Insigne. La squadra di mister Inzaghi assedia i nero-verdi e crea diverse chance potenziali, ma non riesce a impensierire in maniera netta Consigli che, per il resto, chiude senza patemi ogni occasione.

Bisogna aspettare il minuto ’84 per vedere una chance davvero notevole. Iago Falque ci prova dal vertice alto di destra, ma il suo tiro si stampa sulla traversa a portiere battuto. Il Sassuolo non riesce a ripartire e si concede al forcing dei campani. Al secondo minuto di recupero Consigli si supera. Cross dalla sinistra sul quale Lapadula, dal cuore dell’area, gira di testa verso la porta. Il portiere emiliano vola a togliere la palla dall’incrocio dei pali e salva il vantaggio. Lo stesso attaccante italo-peruviano ci riprova dopo un minuto quasi a botta sicura, ma il suo sinistro viene “murato” da tre difensori, con il Sassuolo sempre più in apnea. Le emozioni non sono ancora finite. Al minuto ’94 ci prova Dabo da corner, ma il suo colpo di testa viene rinviato quasi sulla linea di porta da Raspadori che si sostituisce al portiere. Il match finisce qui, con il Sassuolo che tiene con i denti la vittoria, mentre il Benevento si mangia le mani.

alessandro.passanti@oasport.it

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

LIVE Barcellona-Olimpia Milano 87-71, Eurolega basket in DIRETTA: crollo milanese nel finale

Hockey ghiaccio, ICE League 2020-2021: Bolzano si sbarazza di Linz e si conferma capolista