Vuelta a España 2020, le pagelle di oggi: Philipsen perfetto, Ackermann deve arrendersi

Pagelle quindicesima tappa Vuelta a España 2020

Jasper Philipsen, voto 10: l’arrivo in leggera salita lo favoriva, ha già dimostrato nelle passate uscite di avere una gamba super. Oggi però il belga ha distrutto gli avversari con uno sprint che lo lancia in un’altra dimensione. L’alfiere della UAE Emirates sembra essere pronto per il salto di qualità: dal 2021 può giocarsela nelle volate con tutti i big.

Pascal Ackermann, voto 7: la vittoria in questa Vuelta è arrivata (favorito dalla squalifica di Bennett), ma la condizione è lontana da quella dei giorni migliori. Resiste bene su un percorso mosso, ma non ne ha per contrastare Philipsen.

Jannik Steimle, voto 8: ecco il nome nuovo per la Deceuninck – Quick-Step. Tedesco, di 24 anni, sfrutta le difficoltà del proprio capitano Bennett per ritagliarsi un posto da protagonista. Trova un gran podio, dimostrando ottime qualità sullo spunto veloce.

Alfred Wright, voto 7,5: gran volata per il giovanissimo velocista della Bahrain-McLaren. Chiude quarto, ad appena 21 anni. Il futuro è dalla sua.

Dion Smith, voto 6,5: gran lavoro della sua Mitchelton-Scott, ci si aspettava di più su un arrivo particolarmente favorevole alle sue caratteristiche dal velocista neozelandese. Il vincitore della Coppa Sabatini invece deve accontentarsi della quinta posizione.

Mattia Cattaneo, voto 7: bravo e coraggioso, ma oggi la fuga non va in porto. Il corridore della Deceuninck – Quick-Step, nonostante un piazzamento in top-20 in classifica generale, continua ad attaccare per andare a caccia di un successo di tappa. Oggi grande azione, provata anche in solitaria, ma l’azzurro è stato ripreso a 3 dall’arrivo.

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rugby, Giulio Bisegni dà l’addio alla Nazionale

E’ morto Sergio Matteucci, voce narrante del celebre cartone animato Holly e Benji