Sci alpino, la World starting list di slalom femminile. Irene Curtoni decima, Peterlini nelle 30

Buone notizie per l’Italia alla visione della World starting list di Coppa del Mondo di slalom, che fa fede per assegnare le posizioni al via nelle gare. Irene Curtoni, infatti, si colloca al decimo posto dopo le buone prestazioni di Levi, anche se sarebbe nono perché la norvegese Nina Loeseth si è ritirata dalle competizioni, cosa che farebbe scalare di un posto anche Martina Peterlini (trentesima, mentre senza la scandinava sarebbe ventinovesima).

Al comando c’è, chiaramente, Petra Vlhova: la slovacca fa ancor più sua la posizione di testa complice la vittoria in Finlandia, con cui allunga su Mikaela Shiffrin. La campionessa americana, a sua volta, scava un ulteriormente enorme solco rispetto alla terza, l’austriaca Katharina Liensberger. Completano il novero delle prime cinque le svizzere Wendy Holdener e Michelle Gisin.

In casa Italia, invece, c’è ancora qualcosa da osservare: il 35° posto di Marta Rossetti, il 37° di Federica Brignone, il 47° di Marta Bassino e infine il 49° di Lara Della Mea. Il prossimo appuntamento sarà giovedì 26, sulle nevi di Lech, in Austria, dov’è in programma un parallelo; per rivedere uno speciale, invece, si dovrà attendere il 29 dicembre e, in particolare, l’appuntamento di Semmering.

Di seguito la classifica completa:

1. Petra Vlhova (Svk) 568
2. Mikaela Shiffrin (Usa) 477
3. Katharina Liensberger (Aut) 341
4. Wendy Holdener (Svi) 308
5. Michelle Gisin (Svi) 292
6. Katharina Truppe (Aut) 239
7. Anna Swenn Larsson (Sve) 188
8. Nina Loeseth (Nor) – ritirata – 182
9. Chiara Mair (Aut) 156
10. Irene Curtoni (Ita) 139
11. Laurence St. Germaine (Can) 135
12. Kristin Lysdahl (Nor) 109
13. Mina Fuerst Holtmann (Nor) 107
14. Christina Ackermann (Ger) 103
15. Katharina Huber (Aut) 101

30. Martina Peterlini (Ita) 40
35. Marta Rossetti (Ita) 27
37. Federica Brignone (Ita) 23
47. Marta Bassino (Ita) 13
49. Lara Della Mea (Ita) 11

federico.rossini@oasport.it

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI SCI ALPINO

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Arrampicata sportiva, Europei 2020: Viktoriia Meshkova e Jerney Kruder vincono l’oro nel boulder

Basket, EuroCup 2020-2021: Virtus Bologna-Andorra sarà recuperata nelle vicinanze di Natale