Salto con gli sci, Coppa del Mondo Wisla 2020: Austria vittoriosa su Germania e Polonia in una battagliera gara a squadre



L’Austria vince la prima prova a squadre della Coppa del Mondo per quel che concerne la stagione 2020-2021. A Wisla, il quartetto austriaco, composto da Michael Hayboeck, Philipp Aschenwald, Daniel Huber e Stefan Kraft, ha superato con il punteggio complessivo di 1078.0 la Germania (Constantin Schmid, Pius Paschke, Karl Geiger, Markus Eisenbichler), ferma a quota 1069.3, e i padroni di casa della Polonia (Piotr Zyla, Klemens Muranka, Dawid Kubacki, Kamil Stoch), che hanno chiuso in 1061.5. I distacchi rendono l’idea della battaglia che c’è stata tra questi team, che hanno rapidamente lasciato le briciole a tutti. Gara, questa, caratterizzata da un vento non propriamente stabile, e per questo soggetta a numerosissimi cambi di stanga tra la 8 e la 11.

E dire che la Germania era riuscita a comandare dopo la prima serie, nella quale l’unica esclusa era risultata essere la Repubblica Ceca (Vojtech Stursa, Filip Sakala, Viktor Polasek, Cestmir Kozisek). Il margine in quel caso si è rivelato ancor più risicato: sette decimi di punto (530.8 contro 530.1). A fare la differenza sono tre elementi: il fatto che la Polonia abbia avuto in Muranka un saltatore non certo al livello, almeno per il momento, degli altri tre. Di contro, grande importanza la riveste Daniel Huber all’interno dell’Austria, dato che con i suoi due ottimi salti da 131 e 135 metri, per rispettivi 136.8 e 141.2 punti, è terzo nella prima serie, primo nella seconda e in grado di dare a Stefan Kraft quella sicurezza necessaria per non sbagliare nella sua seconda prova, per la verità facilitata da un Markus Eisenbichler non proprio all’altezza di qualche minuto prima.

Loading...
Loading...

Il più in forma del giorno sarebbe Halvor Egner Granerud, soprattutto con il notevole secondo salto da 132 metri e 148.6 punti, ma la sua Norvegia, tolto un po’ Robert Johansson, non è all’altezza con Marius Lindvik e Daniel Andre Tande, dovendo accontentarsi del quarto posto con 1024.2. Quinto il Giappone (Ryoyu e Junshiro Kobayashi, Daiki Ito e Yukiya Sato) a quota 996.3, poi Slovenia (Timi Zajc, Peter Prevc, Anze Lanisek e Ziga Jelar) a 968.4 e, molto più staccate anche per tasso qualitativo, Russia (Roman Trofimov, Mikhail Maksimochkin, Ilya Mankov e Evgeniy Klimov) a 875.0 e infine Svizzera (Sandro Auswirth, Simon Ammann, Dominik Peter e Gregor Deschwanden) a 863.0.

federico.rossini@oasport.it

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI SALTO CON GLI SCI

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top