Italia-Estonia 4-0: Grifo e Bernardeschi lanciano i decimati azzurri in amichevole. Ora la Nations League

L’Italia ha sconfitto l’Estonia per 4-0 in un’amichevole internazionale di calcio andata in scena allo Stadio Artemio Franchi di Firenze (ovviamente a porte chiuse). La nostra Nazionale ha confermato il pronostico della vigilia, ha conquistato un successo fondamentale per il ranking e si lancia con più ottimismo verso la doppia sfida di Nations League, decisiva per la qualificazione alla Final Four: domenica l’incrocio con la Polonia a Reggio Emilia, mercoledì la trasferta in Bosnia Erzegovina.

L’Italia ha dovuto fare i conti con una sfilza di assenze a causa di positività al Covid-19 ed isolamenti fiduciari, non c’era nemmeno in panchina il CT Roberto Mancini, anch’egli alle prese col Coronavirus e sostituito per l’occasione da Alberico Evani. Gli azzurri hanno risolto la contesa nel primo tempo con i gol di Vincenzo Grifo al 14′ e di Federico Bernardeschi al 27′, controllando poi la situazione con grandissima disinvoltura contro un rivale tecnicamente inferiore. Nella ripresa sono arrivati due calci di rigore trasformati da Grifo e da Riccardo Orsolini. La nostra Nazionale ha così allungato la striscia di risultati utili consecutivi: 15 vittorie e 5 pareggi nelle ultime 20 partite disputate.

Evani opta per il 4-3-3: tridente innovativo con Grifo, Lasagna, Bernardeschi; chiavi del centrocampo affidate a Tonali, supportato da Gagliardini e Soriano; Emerson e Di Lorenzo sulle fasce, Bastoni e D’Ambrosio i centrali di difesa davanti al portiere Sirigu, per l’occasione capitano. Voolaid risponde con un 4-2-3-1: Sappinen unica punta, alle sue spalle agiscono Liivak, Miller, Marin; Ainsalu e Soomets davanti alla difesa composta da Teniste, Baranov, Mets, Pikk, Meerits tra i pali.

L’Italia parte bene, si distingue con un buon possesso palla e al 14′ passa in vantaggio con il destro a giro di Vincenzo Grifo, al suo primo gol in azzurro. Gli azzurri controllano il centrocampo, in un paio di occasioni prova il lancio lungo e poi tesse una buona manovra che porta al gol del raddoppio al 27′: lunga fase di possesso, palla sulla destra a Federico Bernardeschi, il quale si accentra con grande personalità e tira con un perentorio sinistro trovando il 2-0. La partita viaggia su alcune fiammate dei padroni di casa, che tornano negli spogliatoi sul 2-0.

Durante l’intervallo Pessina sostituisce Tonali, mentre l’Estonia effettua ben cinque cambi (Tunjov, Lilander, Tur, Sorga, Lepik entrano in campo per Ainsalu, Teniste, Marin, Miller, Sappinen). Al 58′ Soriano sfiora il tris al termine di una bella azione, ma il tris arriva al 75′: Gagliardini viene sgambettato in area, viene concesso un calcio di rigore e Vincenzo Grifo lo trasforma, trovando la doppietta personale. Girandola di cambi anche per l’Italia: Pellegri, Pellegrini, Orsolini, Calabria, El Shaarawy entrano per Lasagna, Emerson, Bernardeschi, D’Ambrosio, Grifo. Orsolini si procura un calcio di rigore all’86mo minuto e lo trasforma per il definitivo 4-0.

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis, ATP Sofia 2020: Salvatore Caruso è l’uomo del giorno. Sinner avanti, ok Mannarino e Millman

VIDEO Italia-Estonia 4-0, highlights, gol e sintesi: la doppietta di Grifo e il sigillo di Bernardeschi valgono la vittoria