Ginnastica artistica, Serie A: la Brixia domina le semifinali. Ottime Fate, domani caccia allo scudetto contro Giglio e Civitavecchia



Brixia Brescia, Giglio Montevarchi, Ginnastica Civitavecchia. Sono queste le tre formazioni qualificate alla Finale della Serie A 2020 di ginnastica artistica e che domani pomeriggio (a partire dalle ore 16.00) si daranno battaglia per la conquista dello scudetto del massimo campionato italiano a squadre femminile. La Brixia ha dominato la scena come da pronostico nelle semifinali disputate al PalaVesuvio di Napoli: le Leonesse hanno vinto ben 7 sfide sulle 8 in programma nel gruppo B e hanno chiuso concluso il proprio girone al comando con 22 punti (sui 24 disponibili). Le Campionesse d’Italia, lanciatissime verso la conquista del diciottesimo tricolore della loro storia (il settimo consecutivo), hanno avuto la meglio nei confronti di Ginnastica Civitavecchia (15 punti) e Artistica 81 Trieste (11).

Nel gruppo A, invece, privato del Centro Sport Bollate (le quotate lombarde non si sono presentate perché nelle ultime settimane hanno dovuto osservare un periodo di quarantena), Giglio Montevarchi e Juventus Nova Melzo si sono suddivise la posta in palio (20 punti a testa) e sono state le toscane a fare festa (all’atto conclusivo si qualificavano le vincitrici dei due gironi e la migliore seconda classificata). Tra meno di ventiquattro ore si fronteggeranno la dominatrice assoluta del panorama italiano (tre vittorie in regular season), la terza e la quarta forza della stagione regolare (Bollate era seconda). Tutto merito di questa innovativa formula a scontri diretti, che prevede l’impegno di due ginnaste per ogni squadra su ciascun attrezzo, chiamate a fronteggiare altrettante ragazze: chi vince porta a casa 3 punti, la seconda ne intasca 2, la terza si deve accontentare di 1.

Loading...
Loading...

Ottima prestazione delle Fate, le quali non hanno dovuto strafare più di tanto. Giorgia Villa si è messa in mostra alle parallele asimmetriche (14.500, 5.6 il D Score, 2 decimi di bonus), Alice D’Amato ha incantato con un ottimo doppio avvitamento al volteggio (14.800) e poi con disinvoltura ha sbrigato la pratica staggi (14.050, 5.8 la nota di partenza, tre decimi di abbuono), Asia D’Amato si è vista soltanto al corpo libero (13.900 di qualità, con 5.2 di D Score e due decimi di bonus), mentre Martina Maggio ha ben eseguito il suo avvitamento e mezzo alla tavola (14.300) e ha portato a casa 13.350 alla trave (è fresca Campionessa Italiana di specialità).

Ad aiutare la Brixia è stata anche Angela Andreoli, capace di una perentoria staffilata da 14.700 sui 10 cm (5.7 la nota di partenza, 5 decimi sono però di bonus). Le ragazze del CT Enrico Casella hanno vinto tutte le rispettive sfide, tranne purtroppo Veronica Mandriota che si è dovuta accontentare della terza piazza al quadrato (11.650). Da segnalare il 13.250 di Chiara Vincenzi al corpo libero e il 13.200 di Viola Pierazzini alla trave, dove abbiamo rivisto anche Lara Mori: 13.150 sui 10 cm per la veterana del Giglio Montevarchi, poi capace di 12.350 (5.0) al corpo libero.

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto LM-LPS/Filippo Tomasi

Loading...

Lascia un commento

scroll to top