Ginnastica artistica: Fate, missione compiuta. Scudetto conquistato, ora l’Italia vi aspetta alle Olimpiadi

Non è stato facile mantenere la concentrazione e continuare ad allenarsi in una stagione così particolare, funestata dall’emergenza sanitaria e privata di tutti gli appuntamenti internazionali. Le Fate si sono fatte forza nel momento più difficile e non sono indietreggiate neanche di un centimetro, nemmeno quando sarebbe stato facile lasciarsi andare allo sconforto. Il gruppo si è cementato ancora di più durante il durissimo lockdown di marzo-aprile (quando non ci si poteva nemmeno allenare in palestra…), si è compattato vivendo insieme giorno dopo giorno a Brescia, non ha mai mollato la presa, non si è demoralizzato dopo il rinvio alle Olimpiadi del prossimo anno e anche senza un futuro ben chiaro ha continuato a lavorare con grande ardore.

Dopo il bronzo conquistato nella gara a squadre dei Mondiali 2019, questa doveva essere la stagione giusta per spiccare il volo e per tentare l’assalto al podio a cinque cerchi, ma purtroppo una pandemia si è abbattuta sulle nostre vite e ha frenato i sogni di tutti gli sportivi. La Nazionale Italiana ha dovuto rivedere i propri piani, ha spostato l’asticella di dodici mesi, è rimasta senza gare internazionali per un intero anno agonistico (non si andrà giustamente agli Europei prima di Natale, kermesse disertata anche da tante altre grandi potenze per ovvi motivi), ma è rimasta in piedi. Anche per questi motivo il trionfo odierno della Brixia Brescia ha un peso specifico importante: non tanto a livello tecnico (anche se molti esercizi sono stati notevoli nel corso di questo weekend), ma soprattutto a livello psicologico e morale.

La Leonessa ha conquistato il 18mo scudetto della sua storia (il settimo consecutivo) ed è come se avesse vinto l’Italia, visto che chi era in pedana oggi pomeriggio al PalaVesuvio di Napoli era in gara anche l’anno scorso durante la finale a squadre dei Mondiali e probabilmente vestirà il body azzurri nei grandi eventi del 2021. Giorgia Villa, Asia D’Amato, Alice D’Amato, Martina Maggio (riserva a Stoccarda) hanno piazzato le loro stoccate accompagnate da Angela Andreoli con la casacca della Brixia, erano assenti le infortunate Elisa Iorio e Desiree Carofiglio (quest’ultima tesserata comunque per un’altra società). Le Fate hanno vinto come da pronostico, hanno completato la loro missione in questo durissimo autunno, dove si è riusciti a tornare in gara (con ben tre eventi nel capoluogo campano, tra cui i Campionati Assoluti dominati proprio dalle azzurre).

La stagione finisce qui, senza appuntamenti al di fuori dei nostri confini (soltanto Giorgia Villa ha gareggiato in American Cup a marzo). Il mirino è già puntato sulle Olimpiadi del prossimo anno. Tra otto mesi si andrà a caccia di qualcosa di importante a Tokyo e questa Italia ha tutti i mezzi per scrivere una pagina importante della storia della Polvere di Magnesio alle nostre latitudini.

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto LM-LPS/Filippo Tomasi

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Napoli-Milan 1-3, Serie A: i rossoneri espugnano il San Paolo con la doppietta di Ibrahimovic. In testa al campionato

Arrampicata sportiva, Europei 2020: Caulier e Rubtsov i migliori nelle qualifiche del boulder, domani le medaglie