Basket, la Virtus Bologna batte in trasferta il Lokomotiv Kuban e consolida il primato nel girone C di EuroCup

Percorso netto per la Virtus Bologna nel girone C di EuroCup 2020-2021. Le V Nere vincono per 83-89 sul campo del Lokomotiv Kuban Krasnodar e rafforzano la leadership nel raggruppamento (6 successi in altrettante partite): le Top 16 sono ormai a un passo. La palma di MVP va al solito Milos Teodosic, trascinatore degli emiliani con 29 punti.

La partita si gioca su alti livelli fin dal primo quarto: le due squadre si rispondono colpo su colpo, con la Virtus che piazza un piccolo allungo negli ultimi 2’30” riuscendo a chiudere i primi 10′ avanti di cinque lunghezze (22-27). E’ comunque l’equilibrio a farla da padrone, tant’è che la Lokomotiv ristabilisce la parità con la tripla di Kalnietis a poco più di 4′ dall’intervallo; gli emiliani dimostrano di avere la mentalità giusta e con un paio di guizzi (due liberi di Teodosic e una tripla di Tessitori) scrivono il nuovo +5. Il primo tempo termina 44-49 per gli ospiti.

Il terzo quarto sorride ai padroni di casa, sebbene l’avvio sia favorevole alla squadra di Djordjevic, la quale vola sul +10 dopo meno di due minuti. Da questo momento in poi, però, la Virtus incappa in un lungo blackout che si concretizza con un clamoroso parziale russo di 18-0, con il quale la situazione viene completamente ribaltata (62-54). Gli emiliani non mollano e ritrovano il vantaggio all’inizio dell’ultimo periodo; Teodosic con la propria leadership prende per mano la squadra e, con il contributo di Pajola e Weems, le V Nere volano sul +10 a 50” dalla fine. Kalnietis è l’ultimo ad arrendersi e con due triple da lontanissimo riporta i suoi sul -4, ma è troppo tardi: la Virtus vince per 83-89.

TABELLINO

LOKOMOTIV KUBAN KRASNODAR – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 83-89 (22-27, 22-22, 24-16, 15-24)

KRASNODAR – Hervey 21, Williams 15, Crawford 15, Cummings 13, Kalnietis 12

VIRTUS BOLOGNA – Teodosic 29, Tessitori 15, Pajola 12, Gamble 10, Weems 10

antonio.lucia@oasport.it

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo su Pista, Europei 2020: l’Italia supera l’Ucraina e si qualifica per la finale dell’inseguimento femminile

Ciclismo su Pista, Europei 2020: la rassegna continentale inizia nel segno di Martina Fidanza e dei quartetti azzurri