Tennis, WTA Ostrava 2020: tonfi Svitolina e Kontaveit, avanzano Azarenka e Mertens. Ostapenko batte Martic

Giornata non esattamente priva di movimento al WTA Premier di Ostrava, che perde prima, quinta e ottava testa di serie nel mix di partite di primo e secondo turno disputate quest’oggi in quello che è il penultimo torneo del circuito femminile, stanti le difficoltà successive alla cancellazione dell’intera stagione asiatica, Finals comprese.

In termini di primo turno, c’erano ancora due match da disputare: in uno Jelena Ostapenko sfrutta la wild card concessale eliminando la numero 5 del seeding, la croata Petra Martic, con un netto 6-3 6-1 e si guadagna una sfida che piacerà ai fautori dei modi contrapposti di giocare a tennis, con la tunisina Ons Jabeur, mentre nell’altro la belga Elise Mertens, settima testa di serie, sconfigge l’americana Amanda Anisimova per 6-2 6-3; prossimo ostacolo la ceca Karolina Muchova.

Ottima giornata per Maria Sakkari, che conferma le buone sensazioni lasciate nel primo turno eliminando la numero 1 del tabellone, l’ucraina Elina Svitolina, con un doppio 6-3, per il quale ci mette soltanto un’ora e 18 minuti. Anche l’ottava miglior giocatrice del torneo, l’estone Anett Kontaveit, è costretta a salutare, e la sua sorpresa in negativo è forse la maggiore: dopo la fatica fatta con la russa Ekaterina Alexandrova arriva anche l’eliminazione per mano della spagnola Sara Sorribes Tormo, che dopo un primo set dominato riesce a non cedere nel secondo e a chiudere per 6-1 6-4. L’unica sfida in tre parziali è quella tra Victoria Azarenka e Barbora Krejcikova, con la bielorussa che fatica a entrare in partita, salvo poi farlo e travolgere la ceca per 2-6 6-2 6-1. A far scalpore è soprattutto il secondo punto dell’ultimo game, in cui l’ex numero 1 del mondo è protagonista di un episodio del tutto particolare.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL TENNIS

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia 2020, Vincenzo Nibali e lo Stelvio: il trionfale precedente del 2017. E quando venne cancellato nel 2013…

Vuelta a España 2020, le salite regalano spettacolo! Partenza col botto, servono i tapponi. Al Giro d’Italia e al Tour…