MotoGP, GP Francia 2020: tornano gli spettri in qualifica per Valentino Rossi. Ma in gara la rimonta è possibile

Valentino Rossi conclude il suo sabato di Le Mans con poca voglia di sorridere. Il nove volte campione del mondo, oggettivamente, sperava in qualcosa di meglio nel corso delle qualifiche del Gran Premio di Francia 2020 della MotoGP di oggi. Invece, suo malgrado, il nativo di Tavullia domani dovrà scattare dalla quarta fila, ovvero dalla decima casella della griglia di partenza.

Un risultato poco soddisfacente per il portacolori della Yamaha che non è andato oltre il tempo di 1:31.889 a 574 millesimi da Fabio Quartararo che ha piazzato la pole position sulla pista di casa. Il dispiacere per Valentino Rossi è motivato da due aspetti: in primo luogo aveva dimostrato di avere a disposizione un potenziale importante sulla pista della Sarthe, in secondo luogo perchè il distacco dalla prima fila è davvero minimo. 215 sono i millesimi che dividono il “Dottore” dalla terza posizione di Franco Morbidelli. Davvero una inezia che, con il senno di poi, oltre a bruciare, farà tutta la differenza del mondo.

Si annuncia una domenica complicata, quindi, per il portacolori della Yamaha? Vedendo il suo weekend nella interezza, la risposta è no. La M1 è nervosa e si muove un po’ troppo, ma il ritmo è comunque interessante. Lo si è visto in ogni condizione, ma la casella di partenza è una vera e propria spada di Damocle. Senza una partenza straordinaria per Valentino Rossi rischia di aprirsi una gara complicata, nella quale dovrà combattere con moto più veloci sul dritto con una condizione meteo quasi invernale che metterà in grossa difficoltà le gomme.

Dopo le cadute di Misano e Montmelò per il pesarese urge una risposta importante nel corso della domenica. Domani a Le Mans non sarà facile inserirsi per la lotta per il podio, dove i colleghi del team Petronas, Fabio Quartararo e Franco Morbidelli, sono pronti a salire, ma quest’anno nella classe regina si è visto che può capitare davvero di tutto e le rimonte non sono certo impossibili. Per informazioni chiedere a Joan Mir che, addirittura, partirà in tredicesima posizione…

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL MOTOMONDIALE

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia 2020: nasce la rivalità tra Nibali e Fuglsang. Il danese punzecchia, lo Squalo non ha gradito

F1, Lando Norris: “Abbiamo ottenuto il massimo che potevamo nelle qualifiche”