Golf: Robert Rock solo in testa allo Scottish Open 2020 dopo il terzo giro tra le intemperie meteo

A North Berwick lo Scottish Open 2020 sta prendendo decisamente una piega inglese. Al comando del torneo valido per le Rolex Series dell’European Tour, dopo tre giri, c’è infatti Robert Rock, che a 43 anni potrebbe tornare a ritrovare quel successo che sul circuito europeo gli manca dal gennaio 2012. In una giornata pesantemente condizionata dal maltempo, il nativo di Armitage gira un colpo sopra il par (e dunque in 72), ma mantiene il suo -9 che lo distanzia di due lunghezze rispetto al resto del lotto dei partecipanti.

Al secondo posto si collocano in quattro: gli altri inglesi Tommy Fleetwood e Ian Poulter, l’australiano Wade Ormsby e lo svedese Marcus Kinhult, tutti a -7 pur con Poulter e Fleetwood spesso vicini alla testa. In sesta posizione, a -6, un gruppo di uomini di rimonta: scalano 47 posti lo spagnolo Adri Arnaus, il malese Gavin Green e il francese Victor Dubuisson, tutti con un giro in 67 colpi, mentre ne risale 22 l’inglese Andy Sullivan (-2 odierno). Infinito il gruppo dei decimi (-4), che comprende il trio scozzese formato da Robert MacIntyre, Marc Warren e Grant Forrest, l’inglese Lee Westwood (oggi negativo con +5) e il sudafricano Brandon Stone tra gli altri. Molto male il leader a metà gara, l’australiano Lucas Herbert, che crolla al 22° posto con un giro in +8 (79 colpi). Alla stessa posizione risale Padraig Harrington: l’irlandese, vincitore di tre Major in carriera, si dimostra redivivo in quest’occasione.

Il capitolo italiani, in questa fattispecie, si compone di due soli uomini sopravvissuti al taglio: il migliore è Francesco Laporta, che conclude il giro in -1 e risale fino al 31° posto, guadagnandone 22 e finendo nel gruppo a -2. Più indietro invece Edoardo Molinari, che di posizioni ne scala sei girando in +1 e dunque trovandosi pari con il par.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL GOLF

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: masuti / Shutterstock.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia 2020, Peter Sagan: “È stata una cronometro veloce condizionata dal vento molto forte”

Volley, Superlega 2020-2021, seconda giornata. Il derby è di Milano capolista per una notte: battuta Monza 3-1