Ginnastica, Europei 2020: Russia e Belgio non parteciperanno. Rinunce di massa, evento appeso a un filo. E l’Italia?


Arrivano nuove rinunce per gli Europei 2020 di ginnastica artistica. Si tratta di due defezioni davvero di lusso: Russia e Belgio hanno comunicato che non prenderanno parte alla rassegna continentale, in programma tra poco più di un mese a Mersin (Turchia). La situazione sanitaria globale ha convinto queste due forti Nazionali a rinunciare all’evento e si aggiungono così alla lunga lista dei Paesi che si erano già chiamati fuori nelle scorse settimane: Gran Bretagna, Germania, Olanda, Spagna, Irlanda, Danimarca, Norvegia, Irlanda, Cipro.

La rinuncia della corazzata dei coniugi Rodionenko pesa tantissimo: Nikita Nagorny (Campione del Mondo all-around), Arthur Dalaloyan, Denis Abliazin, Dmitriy Lankin sono nomi di lusso (e tra l’altro la Nazionale maschile è detentrice del titolo iridato a squadre), Angelina Melnikova e Anastasia Iliankova avrebbero guidato la forte formazione femminile, ma non sarà così. L’assenza del Belgio di Nina Derwael (Campionessa del Mondo alle parallele) toglie ulteriore valore tecnico a questi Europei, ora davvero appesi a un filo.

Loading...
Loading...

Si riuscirà davvero a scendere in pedana prima di Natale? Gli uomini dovrebbero farlo dal 9 al 13 dicembre, le ragazze dal 17 al 20 dicembre, ma ora appare molto difficile. La pandemia si sta facendo sentire e tutte queste rinunce potrebbero fare desistere gli organizzatori. Al momento le uniche big ancora iscritte sono Italia e Francia (oltre alla nobile decaduta Romania), ma è ampiamente probabile che nelle prossime ore arrivino altri annunci di mancata partecipazione.

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI GINNASTICA ARTISTICA

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto LM-LPS/Filippo Tomasi

Loading...

Lascia un commento

scroll to top