F1, pagelle GP Portogallo 2020: Hamilton entra nella leggenda, Leclerc dà segnali di ripresa con la Ferrari



Lewis Hamilton esce da trionfatore da Portimao, dominando il Gran Premio del Portogallo 2020 di Formula Uno. Una vittoria netta, di forza, la numero 92 della sua carriera. Alle sue spalle un Valtteri Bottas sempre più ridimensionato, quindi Max Verstappen e Charles Leclerc. Non si sono vissute troppe emozioni nella gara lusitana, ma gli spunti non sono mancati. Andiamo, quindi, a consegnare la pagelle dell’undicesimo appuntamento del campionato. 

LE PAGELLE DEL GP DEL PORTOGALLO 2020 – F1

LEWIS HAMILTON 10: non ci sono più parole, né limiti. Vince dominando, schiantando per l’ennesima volta il malcapitato Valtteri Bottas, umiliandolo sotto ogni punto di vista. Non solo vince, ma gli rifila 25.5 secondi di distacco a suon di giri veloci. La lezione è incredibile. Oggi ha voluto dimostrare a tutti che non c’è dubbio, il dominatore di questa era è lui. Raggiunge la vittoria numero 92 in carriera e lo fa nella maniera più netta possibile. Siamo tutti testimoni.

Loading...
Loading...

VALTTERI BOTTAS 5.5: esce ancora una volta con le ossa rotte. Come al Nurburgring parte bene e comanda la gara. Anche oggi, però, inizia a perdere colpi e Hamilton prima lo passa poi lo distanzia. Rispetto alla gara tedesca, questa volta la sua W11 non lo tradisce, ma giunge al traguardo a quasi mezzo minuto a parità di macchina. Non c’è storia, e il suo vicino di box ci tiene a sottolinearlo ogni volta.

MAX VERSTAPPEN 7.5: lui il suo lo fa, come sempre. Chiude terzo e “primo dei terrestri”. Riesce a far fronte alle gomme soft nella prima parte per poi gestire al meglio le medie. Sta concludendo un 2020 davvero a livelli altissimi, ma per sua sfortuna davanti ha sempre due extra-terrestri che gli rifilano 34.5 secondi. Sconsolato.

CHARLES LECLERC 7: partiva quarto e li conclude. Davanti non sbaglia nessuno per cui le sue chance di salire sul podio si riducono a zero, o quasi. Conclude un weekend solido che gli riporta un minimo di sorriso. Certo, festeggiare un quarto posto a 65 secondi dalla vittoria non è da Ferrari, me in questo terribile 2020 bisogna davvero accontentarsi di ogni briciola. Il monegasco, come sempre, ottiene il massimo dalla sua SF1000. Oggi non poteva davvero fare di più.

PIERRE GASLY 7: ancora una prova di grande spessore per il francese della Alpha Tauri. Dopo la vittoria di Monza centra un quinto posto davvero importante a Portimao, in una stagione che lo sta riproponendo ad alti livelli. Chiude con il sorpasso di forza a Sergio Perez e merita il risultato ottenuto.

CARLOS SAINZ 6.5: nei primi giri prende addirittura il comando della gara, con pieno merito, ma appena le Mercedes si riprendono non c’è più scampo. Lo spagnolo tiene duro lungo tutto il corso della gara e finisce sesto. Un risultato non certo da buttare, specialmente vedendo il tredicesimo del compagno Lando Norris (voto 5).

SEBASTIAN VETTEL 6: dopo tante gare grigie, oggi il tedesco fa vedere di essere in una buona giornata. Partire quindicesimo, per giunta con le gomme medie, non era facile, per cui il decimo posto conclusivo è da valutare in maniera positiva.

KIMI RAIKKONEN 7: chiude undicesimo fuori dalla zona punti, ma per la gara disputata, per il primo giro che lo ha portato fino in sesta posizione, e per tanti sorpassi spettacolari messi in mostra, merita ogni applauso.

ALEXANDER ALBON 3: finisce dodicesimo, doppiato, anche da Max Verstappen. Sta davvero concludendo questo campionato tra gli incubi. Le chance che rimanga in Red Bull sono pari a zero, a questo punto sono in calo drastico anche per una eventuale Alpha Tauri…

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SULLA FORMULA UNO

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top