Basket: il positivo al coronavirus di Cantù è Jaime Smith. Caos tamponi, ma a Varese si gioca

Momenti caotici prima del posticipo tra Varese e Cantù. Prima dell’ingresso sul parquet di Openjobmetis e Acqua S.Bernardo, si è saputo della positività al coronavirus di un giocatore della formazione ospite, tramite un comunicato della stessa società.

Il positivo, come intuibile dagli elementi a roster di oggi della squadra di coach Cesare Pancotto, riferito da La Provincia di Como e confermato dal sito di settore Sportando, è Jaime Smith, e data l’assenza del play le cose in campo sono già complicate per gli ospiti. Si è però generato, sempre secondo le stesse fonti, un caos non di poco conto in merito ai tamponi su cui sono stati effettuati gli esami precedenti la sfida di stasera. Come da comunicazione del laboratorio, infatti, se ne sono infatti persi per strada, non si sa come, quattro, rimasti dunque senza referto. Due appartengono a giocatori (che dovrebbero essere gli aggregati alla panchina) e due a membri dello staff a disposizione di Pancotto. Tutti questi individui non sono partiti con la squadra.

Poco prima dell’inizio del match la LegaBasket ha diramato la seguente nota: “Nella giornata odierna la Acqua S. Bernardo Cantù ha comunicato un caso di positività di un proprio giocatore, il quale, immediatamente posto in isolamento, è comunque asintomatico. Inoltre si è verificata  la mancanza dei referti attestanti i risultati di altri 4 componenti del gruppo team a causa di un problema con il laboratorio che ha effettuato i tamponi come da protocollo. La gara con la Pallacanestro Varese si disputerà comunque regolarmente coerentemente con quanto previsto dalle Doa Professionistiche in merito alle deroghe per il Covid 19“.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia 2020, Domenico Pozzovivo promosso. Limita i danni e tiene vivo il sogno podio

Calcio femminile, Serie A 2020-2021: poker della Juventus contro la Fiorentina, pari tra Roma e Inter, Sassuolo vittorioso