Settimana Internazionale Coppi&Bartali 2020: vince Eenkhoorn, Narvaez è terzo e trionfa nella generale per 1″

Dopo l’emozionante vittoria di ieri dell’ecuadoriano Jhonatan Narvaez, oggi c’era molta attesa tra tifosi ed addetti ai lavori per ciò che sarebbe potuto succedere in quest’ultima tappa della Settimana Internazionale Coppi e Bartali 2020 tra il trionfatore dell’ultima frazione e l’azzurro Andrea Bagioli (Deceuninck Quick-Step) che, alla partenza, precedeva il sudamericano nella generale di soli 3″. Ad imporsi, in uno sprint di gruppo finale, è stato l’olandese Paskal Eekhoorn, bravo a precedere l’azzurro Diego Ulissi e Narvaez, che con i 4″ di abbuono ha scavalcato e beffato l’azzurro in classifica generale.

La frazione, che si è sviluppata sul circuito di 22 km di Predappio-Rocca delle Caminate (ripetuto 7 volte), ha visto subito all’attacco un gruppo di dieci fuggitivi: Santiago Buitrago (Bahrain MClaren), Edward Ravasi (UAE Team Emirates), Ben O’Connor (NTT Pro Cycling), Johan Jacobs (Movistar Team), Luca Covili (Bardiani CSF Faizanè), Oscar Riesebeek (Alpecin Fenix), Julen Amezqueta (Caja Rural Seguros), Delio Fernandez (Nippo Delko Provence) Simon Carr ( Nippo Delko Provence) e Jan Bakelants (Circus Wanty Gobert).

Il drappello, partito al chilometro trenta, si è poi assottigliato ad una ventina di chilometri dal traguardo, riuscendo ad assicurarsi un distacco che non è mai salito oltre il 1’30”. Nel finale di tappa, la Deceuninck ha poi aumentato il passo in gruppo, riprendendo sei dei dieci fuggitivi. Al comando sono rimasti Bakelants, Buitrago, Ravasi, Riesebeek ed Alessandro Fedeli (Nippo Delko Provence), bravo a rientrare sulla testa della corsa, con un vantaggio di circa 20″.

A 2 km dal traguardo i fuggitivi sono poi stati riassorbiti dal gruppo, che si è preparato alla volata finale, che assegnava anche secondi preziosissimi in ottica classifica generale. Nello sprint conclusivo ad imporsi è stato Pascal Eenkhoorn (Team Jumbo Visma, secondo ieri), che ha preceduto l’azzurro Diego Ulissi (UAE Team Emirates) e l’ecuadoriano Narvaez, capace di ottenere 4″ di abbuono e di vincere la classifica generale su Bagioli con un solo secondo di vantaggio.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

michele.giovagnoli@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Wikipedia

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, Toto Wolff: “Non andrò in Ferrari, sono un uomo Mercedes. Normale che Liberty Media voglia rallentarci”

LIVE Giro d’Italia Under23, Montespluga in DIRETTA: trionfo solitario di Pidcock! Secondo Colleoni