Pattinaggio artistico, Anna Shcherbakova in testa dopo lo short alla prima tappa del Coppa Di Russia. Kovalev avanti in campo maschile

Nonostante le significative defezioni – tra tutte quella di Evgenia Medvedeva, transitata questa settimana nuovamente da Eteri Tutberidze, e di Evgenia Tarasova-Vladimir Morozov, assenti per positività del cavaliere al Covid-19 – non è mancato lo spettacolo all‘Arena di Syzran, impianto sportivo che sta ospitando questa settimana la prima tappa della Coppa Di Russia, importante evento interno di pattinaggio artistico che vede coinvolti i migliori pattinatori russi, obbligati secondo le regole federali a partecipare ad almeno due appuntamenti del circuito con piazzamenti di rilievo per accedere ai Campionati Nazionali di dicembre.

In una specialità individuale femminile depotenziata in termini competitivi non solo dall’assenza della già citata Vice Campionessa Olimpica, ma anche da quella dell’interessantissima Kseniia Sinitsyna (fuori per infortunio), a imporsi nettamente nello short program è stata Anna Shcherbakova: l’allieva della Sambo 70, con una combinazione composta da triplo lutz/triplo ritterger decisamente corta in termini di rotazione sorprendentemente non redarguita dal pannello tecnico, ha preso il largo realizzando senza particolari patemi sia il triplo flip che il doppio axel, facendo il pieno di GOE nelle tre trottole pianificate e conquistando l’eccessivo – ma sarà un leitmotiv di tutto l’evento per la maggior parte degli atleti – di 82.13, suddiviso in 44.93 (tecnico) e 37.20 (componenti del programma).

A debita distanza si è piazzata al secondo posto provvisorio con 69.28 (36.52, 32.76) la compagna di allenamento Maia Khromykh, pattinatrice cresciuta esponenzialmente in termini di altezza che ha ben eseguito il triplo lutz ruotando però in modo traballante la combinazione triplo flip/triplo toeloop e arrivando con step out dal doppio axel. Non ha saputo approfittare della situazione Anna Frolova che, a causa di di una chiamata di filo non pulito nel triplo lutz e per un problema nella trottola con cambio di piede, depotenziata dal suo valore, ha dovuto accontentarsi della terza piazza con 68.19 (36.39, 31.80).

In campo maschile, con il forfait di Alexander Samarin, a fare la voce grossa è stato Artyom Kovalev, il quale si è imposto grazie a una performance pulita caratterizzata da un bel quadruplo salchow, dal triplo axel e dalla sicura combinazione triplo lutz/triplo toeloop, elementi con cui ha raggiunto agilmente quota 84.87 (81.82, 46.67) superando il più esperto Makar Ignatov, secondo con 81.82 (42.07, 39.75), coraggioso nel provare ad alzare l’asticella atterrando un sontuoso quadruplo rittberger (segnato dal pannello con la nuova chiamata sul quarto) ma rimasto attardato a causa di un axel mandato a vuoto e di un arrivo non tenuto dal quadruplo toeloop, comunque poi agganciato con il triplo toeloop. Più staccato Roman Savosin, al momento terzo con 76.68 (39.08, 36.60)

Nel primo pomeriggio inoltre si è conclusa la gara della danza sul ghiaccio con la vittoria sul filo di lana per Elizaveta Khudayberdieva-Egor Bazin che, grazie al vantaggio accumulato nella rhythm dance, hanno chiuso la tappa in prima posizione con 195.87 anticipando di poco più di un punto Annabel Morozov-Andrey Bagin, secondi con 194.75, e Sofia Shevchenko-Igor Eremenko, terzi con 181.15.

CLASSIFICA SHORT PROGRAM INDIVIDUALE FEMMINILE

FPl. Nome Punti KP PP
1 Anna SHCHERBAKOVA
Mosca, CSO “Sambo-70”, dipartimento “Crystal”
82.13 1
2 Maya KHROMYKH
Mosca, CSO “Sambo-70”, dipartimento “Crystal”
69.28 2
3 Anna FROLOVA
Mosca, SSHOR CSKA loro. S.A. Scarabeo
68.19 3
4 Maria TALALAIKINA
San Pietroburgo, SPb SSHOR
62.47 4
5 Kamila SULTANMAGOMEDOVA
Mosca, CSO “Sambo-70”, ramo “Tchaikovskaya Skate”
59.49 5
6 Stanislava MOLCHANOVA
Territorio di Krasnodar, scuola secondaria in FC e X CSP in FC
58.50 6
7 Arina ONISCHENKO
San Pietroburgo, SSHOR “Star Ice”
55.01 7
8 Sofia SARNOVSKAYA
Mosca, UOR №4 nominato. E IO. Gomel
51.99 8
9 Victoria YUSHCHENKOVA
regione di Leningrado, VSShOR
46.61 9

CLASSIFICA SHORT PROGRAM INDIVIDUALE MASCHILE

FPl. Nome Punti KP PP
1 Artyom KOVALEV
Mosca, Accademia dell’FC “Angels Plushenko”
84.87 1
2 Makar IGNATOV
San Pietroburgo, SPb SSHOR
81.82 2
3 Roman SAVOSIN
Mosca, CSO “Sambo-70”, filiale “Tchaikovskaya Skate”
76.68 3
4 Anton SHULEPOV
San Pietroburgo, SPb SSHOR
64.68 4
cinque Egor MURASHOV
Mosca, SSHOR “Moskvich”
60.84 cinque
6 Maxim PETROV
Repubblica del Tatarstan, scuola secondaria “Strela”
59.29 6
7 Maxim VARAKIN
Mosca, SC “Megasport”
52.64 7

CLASSIFICA FINALE DANZA SUL GHIACCIO

FPl. Nome Punti PT PT
1 Elizaveta KHUDAYBERDIEVA / Egor BAZIN
Regione di Mosca-regione di Samara / –
195.87 1 2
2 Annabel MOROZOV / Andrey BAGIN
Perm Territory, SSHOR “Start” / –
194.75 2 1
3 Sofia SHEVCHENKO / Igor EREMENKO
Mosca, UOR №4 dal nome E IO. Gomelskiy / –
181.15 3 3
4 Svetlana LIZUNOVA / Alexander VAKHNOV
Mosca, scuola “Blue Bird” / –
146.79 5 4
5 Vlada PAVLENINA / Alexander ALEKSANYAN
Regione di Sverdlovsk, scuola secondaria “Gioventù” / –
145.41 4 5
6 Elizaveta KIRILLOVA / Mark CHEGODAEV Regione di
Nizhny Novgorod, SSHOR su LAN / –
119.68 6 6
7 Vlada CHASHNIKOVA / Zakhar CHEREZOV
Regione di Kirov, scuola secondaria “Dymka” / –
112.36 7 7

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI PATTINAGGIO ARTISTICO

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tour de France 2020, Tadej Pogacar il secondo più giovane vincitore della storia! Superato anche Egan Bernal!

Tour de France 2020, l’impresa epica di Tadej Pogacar. Rimonta leggendaria, è già tra i miti del ciclismo