Calcio, stadi chiusi in Italia almeno fino al 30 settembre: il Governo attende che la curva dei contagi si stabilizzi

A quanto pare si dovrà aspettare prima di rivedere il pubblico negli stadi di calcio. Secondo le anticipazioni riportate da La Repubblica, il testo del nuovo Dpcm del Governo sull’emergenza sanitaria Covid-19 esplicita in maniera inequivocabile la chiusura degli impianti al pubblico almeno fino al 30 settembre. Le nuove misure entreranno in vigore a partire da lunedì 7 settembre e consisteranno sostanzialmente in un prolungamento di quelle già esistenti.

Le intenzioni dell’Esecutivo italiano, infatti, sono quelle di attendere che la curva dei contagi si stabilizzi prima di pensare a una riapertura. Tenendo conto del fatto che il campionato di Serie A riprenderà nel fine settimana del 19-20 settembre, saranno almeno due le giornate del nuovo campionato a tenersi senza i tifosi, sperando che le condizioni possano poi portare a un coinvolgimento degli appassionati nella prosecuzione della stagione.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CALCIO

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Serie A calcio 2020-2021

ultimo aggiornamento: 07-09-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Calcio, Daniele De Rossi su Andrea Pirlo: “La Juventus ha fatto la scelta giusta, era predestinato già da calciatore”

Pagelle Tirreno-Adriatico 2020, prima tappa: volata superlativa di Ackermann, a Gaviria costa caro un piccolo errore