Dwars door het Hageland 2020: percorso e favoriti. Stybar sfida van der Hoorn e Merlier

Domani si svolgerà la Dwars door Het Hageland 2020, una semiclassica giovane e poco conosciuta, la quale, però, presenta un percorso meraviglioso, ricco di sterrati e pavé. Una gara adatta a corridori da nord, ciclocrossisti e velocisti dotati di una notevole tempra. Sulla carta i principali favoriti sono il tre volte iridato del ciclocross Zdenek Stybar (Deceuninck-Quick Step), un atleta che non necessita di presentazioni, e il leader della Jumbo-Visma Taco van der Hoorn, il quale nel 2017 qua fu secondo alle spalle di Mathieu van der Poel, ma davanti a Wout Van Aert. Molto quotato è anche il campione del Belgio, nonché, a sua volta, ottimo ciclocrossista, Tim Merlier (Alpecin-Fenix), che, in un arrivo allo sprint, è probabilmente il più veloce di tutti.


Sempre dal ciclocross vengono altri nomi particolarmente insidiosi: Laurens Sweeck (Pauwels Sauzen-Bingoal), campione in carica del Superprestige, Toon Aerts (Telenet-Fidea), vincitore dell’ultima Coppa del Mondo di specialità, Gianni Vermeersch (Alpecin-Fenix), già sul podio qua due anni fa, il nipote d’arte Sean De Bie (Bingoal-Wallonie Bruxelles), due volte in top-10 al Giro della Repubblica Ceca che si è tenuto negli scorsi giorni, e il nipote, figlio e fratello d’arte David van der Poel (Alpecin-Fenix), di recente in grandissimo spolvero alla Ronde van Vlaamse Brabant ove ha conquistato tre delle cinque frazioni in programma.

Altri corridori che possono fare molto bene sabato sono il campione del mondo in carica degli juniores Quinn Simmons (Trek-Segafredo), il francese sesto alla Roubaix 2019 Florian Sénéchal (Deceuninck-Quick Step), i due rapidi neerlandesi Pascal Eenkhoorn e Timo Roosen (Jumbo-Visma), il quinto classificato della recente Milano-Torino Danny van Poppel (Circus-Wanty) e il suo compagno, protagonista alla Sanremo, Aime De Gendt, e l’ex campione del Mondo della corsa a punti Jan-Willem van Schip (Beat Cycling Club).

Sono solo due gli azzurri in gara: Alberto Dainese (Team Sunweb) e Luca Mozzato (B&B Hotels-Vital Concept). Il primo, il quale da U23 aveva dimostrato di essere più di un semplice velocista, potrebbe difendersi discretamente su questo tracciato, data anche l’ottima condizione esibita al Giro di Polonia. Certo è, però, che la concorrenza è veramente agguerrita.

IL PERCORSO DELLA DWARS DOOR HET HAGELAND 2020

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Shutterstock

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis: cancellati dall’USTA i tornei Challenger e ITF in programma nel mese di settembre

IndyCar 2020, Fernando Alonso: “L’incidente? Ho perso il controllo dell’auto. Dovrà essere riparata velocemente”