Ciclismo, la Deceuninck Quick-Step si difende: “Tolta una bottiglietta dalla tasca di Evenepoel”


Tante polemiche attorno alla Deceuninck Quick-Step. In questi giorni lo squadrone belga è stato attaccato per ciò che è successo durante il Giro di Lombardia di qualche settimana fa. Un video ha infatti messo in mostra una scena nella quale il ds Davide Bramati ha tirato fuori dal taschino di Remco Evenepoel, caduto dalla discesa del Muro di Sormano, un oggetto non identificato. L’UCI ha aperto un’inchiesta su tutto ciò, la compagine belga ha voluto far chiarezza con un comunicato stampa.

Le parole:

Loading...
Loading...

“Vorremmo chiarire che siamo stati contattati dalla CADF all’inizio di questa settimana per discutere dell’incidente che ha causato l’l’infortunio di Remco Evenepoel a Il Lombardia il 15 agosto scorso.

Come è già stato dichiarato pubblicamente, l’oggetto che è stato ripreso mentre veniva tolto dalle tasche di Remco è una bottiglietta contenente prodotti nutrizionali ed è stato rimosso per aiutare il corridore ad essere più comodamente posizionato dal personale medico sulla barella. Lo abbiamo ribadito alla CADF e continueremo a collaborare con le loro richieste, se necessario.

Per quanto riguarda la trasmissione dei dati, ci teniamo inoltre a precisare che dati come la posizione live vengono trasmessi dal dispositivo Velon che è stato installato sulle bici durante Il Lombardia da Velon stessa, in collaborazione con l’organizzatore della gara. I dispositivi consentono a tutti, compresi i tifosi, di tenere traccia e vedere in diretta i dati del corridore in gara.

Siamo fiduciosi che ciò metterà fine a qualsiasi ulteriore speculazione sull’incidente”.

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top