Ciclismo femminile, Europei 2020: Marta Bastianelli e le altre azzurre contro la corazzata olandese. Attenzione alla britannica Deignan

Tra poco meno di 24 ore le donne Elite scenderanno in strada per sfidarsi nella prova in linea del Campionato Europeo 2020. Saranno 109,2 i chilometri che dovranno affrontare nel circuito di Plouay, divisi in otto giri. L’Italia schiererà al via otto atlete, e una Nazionale compatta e pronta a farsi valere sia in volata che con qualche attacco da lontano. Insomma, avremo al via una squadra veramente competitiva. Ma attenzione ai Paesi Bassi, che saranno, come al solito, il punto di riferimento e le super favorite di giornata.

In ogni caso le azzurre di Dino Salvoldi proveranno a cercare il risultato migliore possibile con la campionessa italiana, e maglia iridata nel 2007, Marta Bastianelli, già oro europeo nel 2018, se l’arrivo sarà a gruppo ristretto con una volata. Oppure con Elisa Longo Borghini e Soraya Paladin se la gara diventerà molto più selettiva fin dalle prime battute. Ci saranno poi l’ex campionessa italiana Marta Cavalli, Katia Ragusa, e Maria Giulia Confalonieri per pilotare la Bastianelli in una possibile volata; ma anche l’argento continentale dello scorso anno Elena Cecchini, per un possibile attacco nel finale di gara, che potrebbe fruttare per bene anche all’ex campionessa del mondo Tatiana Guderzo.

Come detto in precedenza, la Nazionale più temuta è sicuramente quella dei Paesi Bassi con la campionessa europea uscente Amy Pieters, la maglia iridata Annemiek Van Vleuten, protagonista di un 2020 spettacolare, le ex campionesse del mondo e continentali Anna Van der Breggen e Marianne Vos, la velocissima Lorena Wiebes, Demi Vollering, la maglia iridata del 2017 Chantal Blaak, ed Ellen Van Dijk.

Attenzione poi alla britannica Lizzie Deignan, reduce dalla vittoria per distacco al GP Plouay andato in scena ieri sul medesimo percorso di questa prova europea, poi a possibili attaccanti dallo spunto veloce come la campionessa nazionale francese Audrey Cordon Ragot, quella tedesca Lisa Brennauer, la vincitrice del Giro dell’Emilia, ossia la danese Cecile Uttrup Ludwig, la campionessa polacca Marta Lach, e la connazionale Katarzyna Niewadoma.

Le donne Elite dovranno affrontare un circuito di 13,65 chilometri da ripetere per otto volte. All’interno di questo tracciato molto variegato, e per niente banale, le varie nazionali dovranno fare attenzione ai tre punti nevralgici del percorso, ossia la Côte du Lézot, 1,4 chilometri al 3,9% ma con punte del 19%, successivamente Montée de Lann Payot, 1,3 chilometri al 2,6% ma con picchi del 9%, e infine la Côte du Pont-Neuf, 1500 metri al 4,2% con massime del 9%. La vetta di quest’ultimo è posizionata a soli 2 chilometri dal traguardo. 


La partenza è fissata per le ore 13.00, mentre l’arrivo è previsto per le ore 15.45. La gara delle donne Elite verrà trasmessa in diretta televisiva su Rai Sport dalle ore 14.00, e su Eurosport 1 dalle ore 13.40. Potrete seguire la rassegna continentale anche in diretta streaming su Rai.tv ed Eurosport Player. Ricordiamo poi che Eurosport è visibile anche su DAZN. OA Sport invece, si propone la DIRETTA LIVE testuale dalle ore 12.45 per non perdervi neanche un secondo della prova europea.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

lisa.guadagnini@oasport.it

Twitter: @lisa_guadagnini

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram

Clicca qui per mettere Mi piace alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Alé BTC Ljubljana

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rally, Mondiale 2020: cancellato il round tedesco. Nuove date per la tappa italiana in Sardegna

Tour de France 2020, Mikel Landa: “Non firmo per il podio, sono qui per vincere”