Show Player

‘Saranno Campioni’: Cristiano Giuseppe Ficco, passato ai -89 kg del sollevamento pesi in ottica Parigi 2024



Cristiano Giuseppe Ficco è in questo momento, assieme a Sergio Massidda, il giovane talento con più potenzialità della pesistica azzurra al maschile. Era dal 1984, dal successo di Norberto Oberburger ai Giochi di Los Angeles, che il nostro movimento del sollevamento pesi non vinceva un oro olimpico. Ficco è riuscito nell’impresa 34 anni dopo, anche se si trattava della terza edizione dei Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires 2018 e non di quelli assoluti.

Ficco nasce il 5 aprile 2001 a San Giorgio della Richinvelda (Provincia di Pordenone). Proprio nella cittadina friulana svolge i suoi allenamenti presso la palestra di famiglia High Quality Power, ma anche nel Centro CONI “Giulio Onesti” di Roma e nel Centro Federale della Pesistica Pordenone, dove ad affiancarlo ci sono Vincenzo Ficco (il padre-allenatore) e i maestri Dino Marcuz e Luigi Grando.

Loading...
Loading...

I primi risultati del friulano a livello internazionale arrivano verso l’autunno del 2016, quando agli Europei under 15 in Polonia conquista il bronzo nello strappo e due argenti nello slancio e nel totale (categoria -77 kg, quella nella quale esordisce). Successivamente, nel dicembre dello stesso anno, ai Campionati Europei junior e under 23 di Eilat, non arrivano medaglie ma ben tre record europei under 15, con margini di crescita ancora tutti da scoprire.

La stagione 2017 è quella del primo cambio di categoria di peso, dato che l’azzurrino sale fino ai -85 kg per gareggiare sia agli Europei under 17 (Kosovo) che a quelli under 20 (Albania), dove conquista, rispettivamente, l’argento e il nono posto nel totale. L’anno della consacrazione è il 2018, quando Ficco affronta le tre competizioni clou di quella stagione con determinazione, dando prova di grande padronanza di sé: Giochi del Mediterraneo di Tarragona, Campionati Europei under 17 di Milano e Youth Olympic Games di Buenos Aires.

Tutte le tre performance, nei -85 kg, vanno a lieto fine, dato che sale sul gradino più alto del podio in ogni manifestazione. Particolarmente avvincente la medaglia d’oro conquistata nello strappo in Spagna, superando rivali molto più esperti con una progressione affrontata con sangue freddo e nervi saldi. In Argentina, invece, il friulano è il favorito per l’oro nel totale (non si assegnavano medaglie di specialità) e non delude i pronostici, grazie ad una strategia di gara perfetta.

Purtroppo il 2019 di Ficco non è ugualmente fortunato: un problema alla spalla lo costringe a perdere praticamente tutta la stagione ma, prima del termine dell’annata, rientra in tempo per i Campionati Assoluti di Ostia, dove vince il titolo tricolore nei -89 kg, sua nuova categoria di peso, nella quale lavorerà per il prossimo quadriennio che porterà a Parigi 2024. Proprio nella gara in questione, la prima con la maglia del Gruppo Sportivo della Polizia Penitenziaria (le Fiamme Azzurre), ritocca tutti i record italiani junior, portandoli a 145 kg nello strappo, 180 kg nello slancio e 325 kg nel nel totale.

Maurizio Contino

NELLE PUNTATE PRECEDENTI…

Prima puntata: Irene Bellan, la 18enne che fa sognare il rilancio della canoa femminile italiana
Seconda puntata: Nicolò Mozzato, un ginnasta di talento che guarda a Parigi 2024
Terza puntata: Nico Mannion, il play italo-americano corteggiatissimo in NBA
Quarta puntata: Giorgia Speciale, la 19enne predestinata del windsurf italiano
Quinta puntata: Sergio Massidda, la pesistica azzurra confida in lui per Parigi 2024
Sesta puntata: Larissa Iapichino, la figlia d’arte che vola nel salto in lungo
Settima puntata: Giorgio Malan, il futuro dello sport del soldato italiano è (anche) nelle sue mani
Ottava puntata: Sonia Inzoli, la grande promessa del kata azzurro
Nona puntata: Giacomo Casadei, la grande speranza del salto ostacoli azzurro
Decima puntata: Martina La Piana, il futuro della boxe femminile italiana è nei suoi guantoni
Undicesima puntata: Simone Vincenzo Piroddu, il campione italiano che sogna Parigi 2024
Dodicesima puntata: Benedetta Pilato, l’enfant prodige pugliese del nuoto in corsia
Tredicesima puntata: Carmelo Alessandro Musci, il futuro del getto del peso italiano
Quattordicesima puntata: Nicolò Carucci, prospetto molto interessante del canottaggio azzurro
Quindicesima puntata: Chiara Pellacani, la più giovane azzurra di sempre a vincere un oro continentale nei tuffi
Sedicesima puntata: Daniel Grassl, l’azzurrino del pattinaggio che punta Pechino 2022
Diciassettesima puntata: Idea Pieroni, una junior in crescita esponenziale nel salto in alto
Diciottesima puntata: Marco Gradoni, l’enfant prodige della vela italiana
Diciannovesima puntata: Erika Francesca Gaetani, un altro talento pugliese sbocciato nel nuoto italiano

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FIPE

Loading...

Lascia un commento

scroll to top