Show Player

Rugby, Sei Nazioni 2020 monco: chi lo vincerà e quando si disputeranno i recuperi? Analisi ed ipotesi



Si è fermato sabato scorso il Guinness Sei Nazioni 2020, travolto anch’esso come tutto lo sport europeo dal dilagare del Coronavirus. Annullata la quinta giornata, mentre già era stata rinviata a data da destinarsi Irlanda-Italia, match valevole per la quarta giornata del torneo. Sono, dunque, in standby i seguenti incontri: Irlanda-Italia, Italia-Inghilterra, Francia-Irlanda e Galles-Scozia. Ma quando verranno recuperati e chi vincerà il Guinness Sei Nazioni 2020?

Partiamo dalla prima domanda. La cui risposta è difficile. L’evoluzione della pandemia del Covid-19 è ancora in essere e gli esperti non possono ancora dare risposte certe per quando l’emergenza cesserà in tutta Europa. Di conseguenze tutto è a livello ipotetico, anche se quel che è certo è che i match rinviati non verranno recuperati a breve. È probabile che il board del Guinness Six Nations prenderà una decisione sulle date non prima di luglio, come ha dichiarato in un’intervista Bernard Laporte, presidente della FFR. Facilmente immaginabile, dunque, che le partite si disputeranno dopo l’estate.

Loading...
Loading...

Il problema sarà inserirle in un calendario già molto fitto, tra i campionati nazionali, le coppe europee e gli impegni internazionali – cioè i test match di novembre. L’ipotesi più credibile è quella di fissare le partite a ridosso proprio della finestra autunnale dei test match, con i weekend del 24 e 31 ottobre primi indiziati per i recuperi. Ricordiamo, poi, che oltre alle 4 partite maschili sono da recuperare anche quelle del torneo femminile, cui aggiungere Italia-Scozia e Scozia-Francia; nonché Irlanda-Italia, Italia-Inghilterra e Francia-Irlanda Under 20.

Chi vincerà, invece, il torneo? In corsa sono rimaste Inghilterra, Francia, Irlanda e (solo matematicamente) la Scozia. Francia e Inghilterra, infatti, ora sono appaiate al primo posto con 13 punti in classifica. La Scozia segue a 10 punti, con l’Irlanda a 9. Virtualmente la corsa è tra loro, ma oggettivamente la Scozia potrebbe vincere solo se succedessero una serie di risultati più che clamorosi. Visti i match da disputare la favorita sembra l’Inghilterra, che con la sfida con gli azzurri dovrebbe arrivare a 18 punti. La Francia può affiancarla battendo con bonus l’Irlanda, risultato non scontato e, a quel punto, varrebbe la differenza punti (attualmente a favore degli inglesi con un +2).

Se, invece, la Francia dovesse cadere in casa contro l’Irlanda nell’ultimo turno, allora quest’ultima affiancherebbe Inghilterra e Francia a 13 punti (in caso di mancato bonus) o salirebbe a 14 punti. In questo caso sarebbe lei la favorita d’obbligo, visto che come l’Inghilterra le mancherebbero i punti della sfida con gli azzurri, che giocherebbe in casa. Si partisse con Inghilterra e Irlanda entrambe a 13 punti, ancora una volta varrebbe la differenza punti, attualmente difficile da valutare con i match da recuperare. Insomma, tirando le somme, a oggi la favorita sembra l’Inghilterra, con Francia e Irlanda che devono puntare a dei colpacci per ribaltare i pronostici.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI RUGBY

duccio.fumero@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top