Show Player

Basket, Eurolega 2020: i risultati di oggi (4 marzo). Spettacolo Maccabi, l’Anadolu Efes cade dopo 11 vittorie. Brividi Barcellona e Fenerbahce



La vera, grande notizia della serata di Eurolega è una: il Maccabi Tel Aviv pone fine alla striscia di 11 successi consecutivi dei leader dell’Eurolega 2019-2020, i turchi dell’Anadolu Efes. Questa, e altre emozioni, si sono alternate nel corso della seconda parte della 27a giornata della massima manifestazione continentale.

FENERBAHCE-STELLA ROSSA 66-63 (22-20, 41-37, 51-51)
Tra mille difficoltà, in una giornata da scarse percentuali al tiro, il Fenerbahce riesce a battere la Stella Rossa e ad agguantare la settima posizione in classifica con la 13a vittoria. Parte meglio la squadra di casa, che con uno sforzo comune riesce a salire subito sul 10-2 in tre minuti e mezzo, ma i serbi tengono grazie a Jagodic-Kurdiza, uno dei fuoriusciti dall’incredibile storia della squadra slovena del Primorska, costretta a vendere tutto il quintetto base e vincitrice della Coppa di Slovenia (ed è solo la sintesi estrema). Nonostante la buona vena di Mahmutoglu, è Brown a firmare il 17-17. Si prosegue per lungo tempo in un elastico, che mai vede la Stella Rossa guidare. Il secondo quarto si chiude con due falli su triple che consegnano tre tiri liberi a Datome da una parte e Baron dall’altra: realizzati, vanno a significare 41-37 all’intervallo. Gist e Brown, al ritorno in campo, portano avanti gli ospiti (43-47), ma il duello continua incessante sul filo del punto a punto, e la precisione al tiro inizia a scendere in modo abbastanza considerevole. Il trio Punter-Gist-Brown, negli ultimi dieci minuti, le prova tutte per trovare il colpo a Istanbul, ma in un finale pieno di errori bastano due liberi a Vesely e due punti a Kalinic per fissare il risultato sul 66-63, poiché Perperoglou sbaglia la tripla dell’overtime. 5 punti per Datome.
TOP SCORER
FENERBAHCE – Kalinic 10, De Colo e Williams 9
STELLA ROSSA – Punter e Brown 14, Gist 9

Loading...
Loading...

ALBA BERLINO-BARCELLONA 80-84 (18-27 46-38, 62-66)
Si va sulle montagne russe alla Mercedes-Benz Arena, ma il Barcellona riesce, nel finale, a frenare le velleità di vittoria berlinesi. I catalani producono subito una gran partenza con Hanga e gli americani, che vale l’11-18 e poi il 16-25 firmato da Delaney. A quel punto l’Alba, semplicemente, comincia a infilare di tutto nel canestro avversario: Nnoko e Ogbe pareggiano a quota 30, Eriksson firma il sorpasso e cinque punti di fila di Cavanaugh fanno volare i padroni di casa sul 46-38. Dopo l’intervallo Berlino sale fino al +11 (53-42) con altri cinque in fila di Eriksson, ma a quel punto Abrines suona la carica per gli ospiti e, con Higgins, collabora per il controsorpasso (55-56). Tanto per (non) cambiare, Abrines segna anche i due liberi del 62-63 alla penultima sirena, ed è sempre lui a mettersi in mezzo a cinque punti in serie di Hermannsson a 6′ dalla fine e poi, un minuto più tardi, a realizzare la tripla del 73-74. A 1’35” dalla fine Delaney spara il tiro da tre del 77-81, e nella battaglia dei liberi che contraddistingue il finale il Barça resiste e vince.
TOP SCORER
ALBA – Hermannsson 17, Nnoko 12, Eriksson 11
BARCELLONA – Abrines 17, Delaney 16, Mirotic 14

MACCABI TEL AVIV-ANADOLU EFES 77-75 (21-11, 36-42, 57-59)
Dopo 11 vittorie consecutive, l’Anadolu Efes cade per la quarta volta in Eurolega, e lo fa nel catino del Maccabi, anche se dimezzato dalle disposizioni israeliane in materia di sicurezza sanitaria (contingentamento a 5000 persone, come in Francia, degli assembramenti di qualsivoglia genere). Che ci sia qualcosa di strano nella serata lo si capisce già nel primo quarto, con Wilbekin, Hunter e Zoosman che spediscono i padroni di casa subito sul 19-4. L’Efes, però, reagisce rabbiosamente con un parziale di 2-12 in cui c’è anche la mano di Simon. Il sorpasso lo firma, sul 34-36, Beaubois, e poi ancora Simon porta i turchi sul +6 all’intervallo e sul +10 al rientro in campo (36-46). La situazione sfugge di mano ai finalisti dell’ultima Eurolega quando Wilbekin ricomincia a metterci lo zampino, dando di nuovo il vantaggio al Maccabi (51-50). La lotta diventa furiosa, Pleiss e Micic riprovano l’allungo, gli israeliani rientrano con lentezza e Reynolds, ma difendono forte. Beaubois, con la tripla del 61-69, sembra chiudere tutto a 5′ dal termine, ma i gialloblu rinascono ancora. Caloiaro, con due triple, pareggia a 71, Hunter sorpassa per la chiusura di un parziale di 10-0, Micic si regala il gioco da 4 punti del pari e poi Wilbekin, dalla lunetta, segna il 77-75. L’ultimo tiro ce l’ha Larkin, ma è un mattone da oltre l’arco.
TOP SCORER
MACCABI – Wilbekin 21, Hunter 15, Zoosman 11
ANADOLU EFES – Simon e Micic 14, Beaubois 13

BAYERN MONACO-BASKONIA 71-80 (25-21, 41-44, 54-60)
Il Baskonia espugna Monaco di Baviera, mette la parola fine, nei fatti, all’Eurolega dei tedeschi e aggancia Milano in classifica al 12° posto. Comincia subito bene la formazione basca, con Shengelia, Eric e Dragic che trovano subito un importante 0-7, cui rispondono Monroe e Barthel come attori principali del controparziale di 10-2. Dopo una fase equilibrata, Maodo Lo porta il Bayern sul +4 a fine primo quarto, che diventa 28-21 con una sua tripla all’inizio del secondo. Lentamente, prima con Eric e poi con Dragic, il Baskonia riprende a marciare e torna avanti 36-37 a 3′ dall’intervallo, che vede gli ospiti avanti di tre punti. Monroe prova ancora a spingere i bavaresi, ma è l’ultimo assolo prima che, sul 54-52, parta la carica basca con Diop, Henry, Janning e Polonara (che finisce con 5 punti, mentre dall’altra parte Flaccadori resta in campo tre minuti e poco più senza segnare). Henry, Dragic e Janning si mettono a bucare a ripetizione la retina, scavando il solco decisivo in favore degli ospiti.
TOP SCORER
BAYERN – Monroe 18, Lo 16, Zipser 11
BASKONIA – Eric 16, Dragic 13, Shengelia 11

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top