Show Player

Tennis, ATP Rio 2020: Lorenzo Sonego si ferma contro il croato Borna Coric nei quarti di finale



Si ferma ai quarti, al cospetto del croato Borna Coric, il cammino di Lorenzo Sonego nel torneo ATP 500 di Rio de Janeiro 2020: l’azzurro viene battuto dal numero 5 del seeding con lo score di 7-6 (5) 6-3 in un incontro durato nel complesso due ore e dieci minuti di gioco e prima ritardato e poi sospeso a lungo per pioggia e completato nel cuore della notte italiana.

Nel primo set i rimpianti sono tutti per Sonego: l’azzurro non concretizza ben cinque palle break nel corso del quarto gioco e manca un allungo che sembrava alla portata. La pioggia arriva in un momento abbastanza delicato del set, con Coric che, sotto 4-5, si ritrova 15-30 al servizio. Lo stop dura oltre tre ore, ed alla ripresa l’azzurro va subito a doppio set point sul 15-40, ma il croato si salva ai vantaggi e trova il 5-5. La scena si ripete nel dodicesimo game quando il balcanico si trova sotto 5-6 30-40, ma si aggrappa alla battuta ed ai vantaggi conquista il tie break, che vede Coric scappare subito sul 2-0, ma Sonego rientra sul 3-3. L’equilibrio non si spezza e poi, con Coric avanti 6-5, sul set point per l’avversario, l’azzurro subisce il minibreak fatale.

Loading...
Loading...

Nel secondo parziale i servizi continuano ad essere dominanti, ma la prima palla break concessa è quella che Coric si procura nel sesto game: Sonego si fa rimontare dal 40-15, subisce quattro punti di fila e cede la battuta, finendo sotto 2-4. Il balcanico non concede più occasioni di rientro e l’azzurro rischia di capitolare, annullando due match point già nell’ottavo gioco, quando l’azzurro finisce sotto 15-40 in battuta, ma si salva, andando 3-5. Nulla può Sonego però nel game successivo quando il croato tiene il servizio a trenta e va in semifinale.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI TENNIS

roberto.santangelo@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top