Slittino, Coppa del Mondo 2020: a Koenigssee l’ultima sfida tra Dominik Fischnaller e Roman Repilov

Va a chiudersi, con la decima ed ultima tappa, la Coppa del Mondo di slittino su pista artificiale. Massimo circuito internazionale che resta in Germania e si sposta da Winterberg a Koenigssee. Programma che prevede singolo femminile e doppio sabato, mentre domenica si disputeranno singolo maschile e team relay. Verranno assegnate ovviamente anche le sfere di cristallo.

L’attesa in casa Italia è tutta per Dominik Fischnaller. L’altoatesino è distante solamente un punto dal russo Roman Repilov in classifica e si gioca il successo finale. Una sfida emozionante: la situazione è chiara, chi riuscirà a giungere davanti al traguardo porterà a casa il trofeo. Le parole alla vigilia dell’azzurro: “Sono pronto per questa ultima tappa, darò tutto per raggiungere un traguardo così prestigioso. Mi separa solo un punto da Repilov, l’intenzione è quella di andare all’attacco senza particolari strategie: devo fare il meglio possibile”. Terzo incomodo che potrebbe essere l’altro russo Semen Pavlichenko, staccato però di 54 lunghezze dalla vetta. Per andare avanti dovrebbe vincere e sperare in un insuccesso degli altri rivali.

Tutto aperto anche tra le donne: la russa Tatyana Ivanova può gestire un margine di soli 27 punti sulla giovane teutonica Julia Taubitz. Con un secondo posto Ivanova sarebbe certa del trionfo. Da seguire le performance delle azzurre Sandra Robatscher ed Andrea Voetter, che possono avvicinare la top-5.

Dopo le polemiche di Winterberg, nel doppio ritorna lo scontro tutto teutonico tra Eggert/Benecken e Wendl/Arlt. Le due coppie tedesche sono divise da soli 10 punti in favore dei detentori del titolo: c’è spazio anche qui per un’emozionante conclusione. A caccia di una buona prestazione Rieder/Kainzwaldner e Nagler/Malleier.

Nel team relay l’Italia guida la classifica: Russia staccata di 34 punti, con un podio gli azzurri sarebbero certi di trionfare.

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo: annuncia il ritiro Giuseppe Fonzi

F1, Toto Wolff: “Mercedes veloce nei Test? Nel 2019 lo era la Ferrari, poi…”