MotoGP, Test Sepang 2020: i promossi e i rimandati della prima giornata. Team Petronas sugli scudi, Honda e Ducati si nascondono

La prima giornata dei test pre-stagionali di Sepang (Malesia) riservati alla MotoGP ha permesso a team e piloti di mettere in pista le moto per le prime otto ore di lavoro e a noi di farci una iniziale, parzialissima, idea di quello che sarà il Mondiale 2020. Questa prima sessione ha dato alcune conferme, riservato qualche sorpresa e visto diverse prove sottotono. Andiamo, quindi, ad analizzare chi si è comportato in maniera migliore nei primi chilometri dell’anno.

CLICCA QUI PER LA DIRETTA LIVE DEI TEST MOTOGP SEPANG 2020 (8 FEBBRAIO), SI COMINCIA ALLE 03.00 ITALIANE

PROMOSSI

Yamaha Petronas: Fabio Quartararo primo, Franco Morbidelli secondo, come inizio non c’è davvero male. Il team nipponico ha voluto gestire in maniera molto graduale lo sbarco verso il 2020, utilizzando moto ancora ben piantate nel 2019 e sembra che i dividendi siano stati pagati.

Suzuki: Alex Rins è il primo dei non-Petronas in classifica, con un gap di appena 250 millesimi, mentre Joan Mir senza forzare troppo è nono. Come primo giorno di lavori si poteva fare sicuramente peggio. Questo 2020 dovrà essere quello dello scatto in avanti per la moto di Hamamatsu. Le novità lo permetteranno?

Cal Crutchlow: quarto a fine giornata, migliore della Honda, 39 giri senza cadute (e per lui non è una cosa di poco conto) e distacco di appena 289 millesimi. Riuscire a confermare questo avvio per il britannico sarà decisivo nel corso della stagione.

Aleix e Pol Espargarò: il primo con l’Aprilia chiude settimo a 482 millesimi, il secondo è nella sua scia a 591. Risultati di tutto rilievo se confrontati con il nulla, o quasi, dei compagni di marca. I due catalani sanno sempre dare il loro meglio, se le moto li assecondassero…

RIMANDATI

Yamaha ufficiali: Day-1 di assoluta transizione dalla moto 2019 alla 2020. Tutto è stato incentrato su comparazioni, test e sviluppo. I tempi veri e propri, Maverick Vinales e Valentino Rossi, li cercheranno più avanti.

Honda: a parte Cal Crutchlow, nessuna nella top ten. Marc Marquez è alle prese con i dolori alla spalla, suo fratello Alex con la conoscenza della moto, Takaaki Nakagami è ancora acciaccato. La sensazione che la vera Honda le vedremo solo a Losail…

Ducati: prime otto ore da nascondino, o quasi. Andrea Dovizioso è undicesimo, tre gradini sopra Danilo Petrucci. L’unico è Jack Miller, quinto, a far vedere qualcosa, mentre il suo compagno di box, Francesco “Pecco” Bagnaia è solamente diciassettesimo. Non si sa ancora di che pasta sia fatta la nuova GP20. Lo capiremo meglio domani?

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto:  Valerio Origo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino, le gare in programma a Maribor si disputeranno a Kranjska Gora. La Coppa del Mondo cambia sede

Basket, 22ma giornata Serie A 2020: Venezia sfida Treviso nel derby, Milano ospita Cremona