Show Player

LIVE UAE Tour 2020, Terza tappa in DIRETTA: Adam Yates trionfa davanti a Pogacar, ipotecato il successo in classifica



CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA CRONACA DELLA TERZA TAPPA DEL UAE TOUR 2020

Loading...
Loading...

Si chiude qui la nostra diretta: come detto dominio per Yates che ipoteca il trionfo nell’UAE Tour. Pogacar il primo degli inseguitori, con l’obiettivo di ribaltare le cose. Grazie per averci seguito, appuntamento a domani con la quarta tappa.

13.37 Arriva il migliore degli italiani, Ulissi, che regola un gruppetto. Si è staccato invece Ciccone.

13.36 Terza piazza per Lutsenko, con lui Gaudu e Majka, a 1’30”.

13.35 Arriva Tadej Pogacar: lo sloveno chiude a 1’02” di ritardo.

13.34 TRIONFA ADAM YATES! Spettacolare scalata per il britannico della Mitchelton-SCOTT, un vero dominio.

13.33 Ultimo chilometro.

13.32 A 1’40” troviamo un gruppo di inseguitori: presenti Ulissi, Formolo e Pozzovivo.

13.31 Yates sta ipotecando anche il trionfo in classifica generale, nonostante tra due giorni ci sarà la stessa scalata a Jabel Hafeet.

13.29 Pogacar stacca Lutsenko, è il primo degli inseguitori di Yates.

13.28 Aumenta ancora il margine di Adam Yates, spettacolare la salita finale del britannico.

13.27 Pogacar ora non ne ha per inseguire Yates: ultimi tre chilometri, 24” di margine per il britannico.

13.26 Clamoroso Pogacar! Stacca anche Gaudu e Lutsenko e si lancia all’inseguimento di Yates.

13.25 Devastante l’andatura di Pogacar che raggiunge Gaudu e Lutsenko e mette nel mirino Adam Yates.

13.24 Scatta Tadej Pogacar! Lo sloveno della UAE Emirates prova l’inseguimento in solitaria.

13.23 Che attacco di Yates! Stacca anche i compagni di fuga a 5 chilometri dall’arrivo.

13.23 Il campione italiano sta dettando il ritmo per Pogacar, una ventina di secondi di ritardo dai fuggitivi.

13.22 Il plotone è guidato dalla UAE Emirates con Formolo.

13.21 I tre si portano al comando, si stacca Valverde in gruppo.

13.20 Si muovono in tanti in gruppo! Adam Yates con Lutsenko e Gaudu.

13.19 De La Parte ha 13” di vantaggio su Kudus (Astana), mentre il plotone è a 20”.

13.17 Scatta De La Parte: in gruppo solamente una ventina di corridori, ci sono tutti i big. Nel frattempo si stacca Poels.

13.16 Immagini dal gruppo.

13.15 Ritmo altissimo, 8 chilometri all’arrivo.

13.14 A prendere in mano la situazione è la CCC.

13.13 Il primo a scattare è un uomo dell’AG2R.

13.12 Si stacca già anche Chris Froome.

13.11 10 chilometri all’arrivo.

13.10 Inizia la salita finale, gruppo compatto! Ora c’è attesa per gli scatti.

13.08 Si stacca già il leader della classifica generale Caleb Ewan.

13.07 Le statistiche di Jabel Hafet

LUNGHEZZA: 10.08km DISLIVELLO: 674m PEND. MEDIA: 6.68%

13.06 30” di margine per i fuggitivi che stanno per approcciare la salita.

13.04 Plotone ora a tutta, vantaggio che scende sotto il minuto. Fuggitivi che verranno ripresi sulle prime rampe della salita.

13.02 Ancora immagini dalla fuga.

13.01 Vicini al secondo sprint intermedio.

13.00 17 all’arrivo, proseguono spediti i quattro fuggitivi che si avvicinano alla salita finale.

12.55 20 al traguardo, tutte le squadre dei big schierate davanti.

12.52 1’30” il vantaggio, gruppo a tutta.

12.49 Al comando sempre Jasper De Buyst (Lotto Soudal), Victor Campenaerts (NTT Pro Cycling), Umberto Marengo (Vini Zabù – KTM) and Stijn Steels (Deceuninck – Quick-Step). 25 all’arrivo, tra poco più di 10 km la salita finale.

12.46 Margine che ora cala, sotto i 2′.

12.42 30 chilometri al traguardo.

12.40

12.37 Ci avviciniamo allo sprint intermedio.

12.35 Margine dei fuggitivi che cala sempre di più: 2’30”.

12.33 40 chilometri al traguardo.

12.31 Uno dei maggiori indiziati per la vittoria è Alejandro Valverde.

12.28 Sempre all’attacco la squadra di Luca Scinto.

12.24 In casa Italia la speranza in chiave Trek-Segafredo è ovviamente Giulio Ciccone.

12.20 Alla partenza il leader Caleb Ewan.

12.18 Ricordiamo che al comando ci sono Jasper De Buyst (Lotto Soudal), Victor Campenaerts (NTT Pro Cycling), Umberto Marengo (Vini Zabù – KTM) and Stijn Steels (Deceuninck – Quick-Step).

12.16 50 chilometri al traguardo per i quattro fuggitivi.

12.13 A guidare l’inseguimento Trek-Segafredo, Mitchelton-SCOTT e UAE Emirates.

12.09 Margine dei fuggitivi che sta calando: siamo al di sotto dei 3′.

12.04 I dati delle prime due ore di gara.

12.01 Qualche chilometro fa la caduta di Gianluca Brambilla.

11.56 Entriamo proprio ora nella quarta ora di corsa: mancano 65 km all’arrivo.

11.53 In testa al plotone da segnalare un Charlie Quarterman in grande spolvero: il ventunenne britannico sta tenendo ritmi molto alti e sfoderando una potenza notevole.

11.49 Ricordiamo i nomi dei quattro battistrada: Jasper De Buyst (Lotto Soudal), Victor Campenaerts (NTT Pro Cycling), Umberto Marengo (Vini Zabù – KTM) and Stijn Steels (Deceuninck – Quick-Step).

11.46 Si corre da due ore e cinquanta minuti: i chilometri che separano dal traguardo sono 70.

11.42 Il tweet della Trek-Segafredo per sottolineare il duro lavoro dei propri uomini in testa al plotone.

11.38 Ora anche la Mitchelton-Scott sta aiutando la testa del gruppo a cercare di recuperare terreno: per la tappa odierna il team australiano punta forte su Adam Yates.

11.35 Ecco un’immagine che ritrae i quattro corridori in fuga.

11.31 Mancano 80 chilometri al traguardo e la situazione non si smuove. Il gruppo ha bisogno di aumentare il passo per andare a riprendere i fuggitivi.

11.28 Il margine dei quattro battistrada è ora di 4’52”.

11.24 La UAE Emirates carica i propri corridori in vista della salita di Jabel Hafeet.

11.20 C’è grande attesa chiaramente per la salita di finale di Jebel Hafeet, lunga 10 km e caratterizzata da una pendenza media dell’8-9%, con un picco dell’11% a 3 km dall’arrivo. Ricordiamo che quest’ascesa farà parte anche della quinta tappa, per cui potrà risultare davvero decisiva per le sorti della corsa.

11.16 Gli uomini della Trek-Segafredo si sono ora uniti a quelli della UAE Emirates nel tirare il gruppo e cercare di ridurre ulteriormente il gap rispetto ai fuggitivi.

11.12 Tra i battistrada c’è dunque anche un italiano, Umberto Marengo. Piemontese, classe 1992, i migliori risultati durante la scorsa stagione sono stati la vittoria della prima tappa del Tour of Utah e il quinto posto nella classifica generale del Tour of Taiyuan.

11.09 Ricordiamo i nomi dei quattro corridori in fuga: Jasper De Buyst (Lotto Soudal), Victor Campenaerts (NTT Pro Cycling), Umberto Marengo (Vini Zabù – KTM) and Stijn Steels (Deceuninck – Quick-Step).

11.05 Mancano esattamente 100 chilometri al traguardo: chiaramente, il meglio deve ancora venire.

11.02 Il Team Ineos immortala un Chris Froome sorridente insieme al compagno di squadra Eddie Dunbar.

10.58 Gli uomini della UAE Emirates stanno continuando a lavorare duramente in testa al gruppo e il divario con i battistrada è calato ulteriormente.

10.54 Abbiamo superato le due ore di corsa e mancano ancora 107 chilometri da percorrere prima di raggiungere il traguardo finale.

10.50 Ecco una foto del gruppo postata dall’account ufficiale dell’UAE Tour su Twitter.

10.46 La UAE Emirates si è messa alla testa del plotone per assicurarsi che la fuga non prendesse eccessivamente corpo, dal momento che il loro uomo di punta Tadej Pogacar è il principale favorito della tappa odierna.

10.42 Ricordiamo che a mettere la propria firma sulle due tappe precedenti sono stati il tedesco Pascal Ackermann (Bora-Hansgrohe), che ha vinto in volata la prima tappa, e l’australiano Caleb Ewan (Lotto-Soudal), che ha conquistato Hatta e, di conseguenza, anche la maglia di leader della classifica generale.

10.38 La corsa è iniziata da un’ora e quarantacinque minuti, sono stati percorsi 67 chilometri (sui 184 previsti). Il gap tra i quattro fuggitivi e il gruppo si aggira ora sui 5 minuti.

10.35 Il primo tentativo di fuga della tappa è stato portato avanti da quattro corridori: Jasper De Buyst (Lotto Soudal), Victor Campenaerts (NTT Pro Cycling), Umberto Marengo (Vini Zabù – KTM) and Stijn Steels (Deceuninck – Quick-Step). Il distacco ha toccato anche i 7′, ma ora sta scendendo grazie agli uomini della UAE Emirates a guidare il plotone.

10.30 Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della terza tappa dell’UAE Tour 2020. Sono 184 i chilometri da percorrere nel tragitto che separano Al Qudra Cycle Track e Jebel Hafeet.

Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della terza tappa dell’UAE Tour 2020Sono 184 i chilometri da percorrere nel tragitto che separano Al Qudra Cycle Track e Jebel Hafeet. Lo start è fissato per le ore 8.55 italiane (11.55 locali).

I primi due appuntamenti della neonata kermesse arabica, giunta appena alla sua seconda edizione, hanno premiato il tedesco Pascal Ackermann (Bora-Hansgrohe), che ha vinto in volata la prima tappa, e l’australiano Caleb Ewan (Lotto-Soudal), che ha conquistato Hatta e, di conseguenza, anche la maglia di leader della classifica generale. La frazione odierna va a collegare le due principali città degli Emirati Arabi Uniti, ossia la popolosa Dubai con la capitale Abu Dhabi. Dopo la partenza da Al Qudra il percorso attraversa il deserto su lunghi rettilinei fino a raggiungere Al Ain e molti dei luoghi simbolici della città. Il tracciato prosegue fino a Green Mubazzarah, per poi avere il suo momento clou con la salita finale di Jebel Hafeet, lunga 10 km e caratterizzata da una pendenza media dell’8-9%, con un picco dell’11% a 3 km dall’arrivo. Tanta attesa per testare lo stato di forma di due degli uomini più attesi della corsa arabica, Chris Froome, al rientro dopo più di 250 giorni di inattività, e Tadej Pogacar, vincitore della recente Volta a la Comunitat Valenciana.

La nostra Diretta Live testuale comincerà alle ore 10.30. Buon divertimento!

antonio.lucia@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top