Show Player

Fed Cup 2020, le avversarie del girone dell’Italia ai raggi X. Kontaveit e Sakkari guidano Estonia e Grecia, meno insidiosa l’Austria



Comincia questa settimana il percorso dell’Italia nella Fed Cup 2020 di tennis: le azzurre ripartiranno dal Gruppo I della zona Europa/Africa e a partire da domani scenderanno in campo a Tallinn con l’obiettivo di conquistare il pass per i playoff di aprile, che a loro volta metteranno in palio i posti per le qualificazioni al World Group di febbraio 2021. L’Italia è stata inserita nel girone B insieme a Estonia, Grecia e Austria: sabato le prime due classificate affronteranno le corrispettive del girone A (composto da Ucraina, Croazia e Bulgaria) per guadagnare i playoff di aprile, mentre le ultime classificate dei due raggruppamenti spareggeranno per evitare la retrocessione nel Gruppo II. Le tenniste che rappresenteranno il Bel Paese nella rinnovata Fed Cup sono: Jasmine Paolini, Camila Giorgi, Giulia Gatto-Monticone, Martina Trevisan ed Elisabetta Cocciaretto. Andiamo ora ad analizzare ai raggi X le avversarie che l’Italia affronterà nel proprio girone.

Le rivali più pericolose per la Nazionale allenata da Tathiana Garbin sono Estonia (num. 38 del ranking) e Grecia (num. 45), mentre l’Austria (num. 40) sulla carta si presenta come ultima forza del girone. Le padrone di casa potranno sfruttare il vantaggio di giocare tra le mura amiche, dal momento che saranno i campi indoor in cemento del Tallink Tennis Center ad ospitare tutti i match in programma nella settimana. Inoltre, l’Estonia può contare su una giocatrice di altissimo livello come Anett Kontaveit, numero 31 del ranking WTA, che si è recentemente messa in luce agli Australian Open giungendo fino ai quarti di finale e letteralmente annientando una tennista del calibro di Belinda Bencic. La ventiquattrenne di Tallinn dovrebbe assicurare un punto alla propria squadra in ogni singolare giocato, ma i problemi sorgono alla sue spalle perché il team baltico non ha a disposizione altre giocatrici di livello: le restanti quattro convocate sono infatti le giovanissime Elena Malygina (num. 568), Katriin Saar (num. 998), Saara Orav e Valeria Gorlats.

Loading...
Loading...

Anche la Grecia può schierare una tennista di altissimo livello come portabandiera: è la ventiquattrenne Maria Sakkari, numero 23 del ranking WTA e protagonista di un buon cammino agli Australian Open 2020, nei quali è stata fermata al quarto round da Petra Kvitova. La Nazionale capitanata da Anastasios Bavelas può inoltre contare su delle seconde linee sicuramente superiori a quelle dell’Estonia: si tratta di Despina Papamichail (num. 265) e Valentini Grammatikopoulou (num. 305), mentre a completare il quadro delle convocate elleniche c’è la quattordicenne Michaela Laki. L’Austria, invece, sembra partire più defilata rispetto alle altre tre formazioni del girone, soprattutto per la mancanza di top 100: la giocatrice di punta della Nazionale capitanata da Marion Maruska è Barbara Haas, numero 139 del ranking WTA, eliminata nelle qualificazioni degli Australian Open. Le altre tenniste convocate sono: Julia Grabher (num. 231), Melanie Klaffner (num. 522), Mira Antonitsch (num. 657) e la diciassettenne Sinja Kraus (num. 868).

In caso di arrivo tra le prime due classificate l’Italia incrocerà una Nazionale appartenente al girone A, nel quale la favorita per il primo posto è sicuramente l’Ucraina di Elina Svitolina e Dayana Yastremska, mentre Croazia e Bulgaria sembrano destinate a combattere per la seconda posizione.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DEL TENNIS

Loading...

Lascia un commento

scroll to top