Show Player

F1, risultati Test Barcellona 2020: Hamilton subito davanti, Leclerc lavora sul passo e non cerca il tempo



La Mercedes chiude la prima giornata di test di F1 a Barcellona (Spagna) con il punto esclamativo. Se l’anno passato le Frecce d’Argento si erano un po’ nascoste, la sensazione è che la W11 abbia fatto vedere qualcosa di più e l’uno-due Lewis Hamilton (1’16″976) con gomme dure/Valtteri Bottas (1’17″313) con gomme medie la dice lunga. Veloce e consistente la monoposto di Brackley: il buon Lewis ha coperto 94 giri, mentre il finlandese nella prima parte di questo day-1 si era fermato a 79. Un totale di 173 tornate, senza apparenti problemi, che la dice lunga sul rendimento della nuova macchina anglo-tedesca, decisamente più veloce di quanto si era visto appunto 12 mesi fa anche nel raffronto con il miglior crono del primo giorno di test: 1’18″161 di Sebastian Vettel (Ferrari) con gomme medie.

In terza posizione ha stupito la Racing Point, doverosamente ribattezzata “W10 Pink”. Impressionante, infatti, la somiglianza della monoposto rosa del team gestito da Lawrence Stroll con la Mercedes dello scorso anno. Sembrerebbe che la combinazione dei tasti “Ctrl+C e Ctrl+V” sia entrata in azione, ma è chiaramente una battuta sarcastica. Tuttavia, il rendimento del messicano e il crono di 1’17″375 con gomme medie (58 giri) è decisamente buono. In quarta piazza si è collocato l’olandese Max Verstappen: 1’17″516 il miglior tempo stabilito dal pilota della Red Bull, con tanti giri completati (168), concedendosi il lusso anche di due uscite di pista senza conseguenze. Scorrendo la classifica troviamo l’AlphaTauri (ex Toro Rosso) del russo Daniil Kvyat (1’17″516) con gomme hard (116 giri), la McLaren dello spagnolo Carlos Sainz (1’17″842) con gomme medie (161 giri), la Renault dell’australiano Daniel Ricciardo (1’17″873) con le hard (56 giri), l’altra Renault del francese Esteban Ocon (1’18″004) con gomme medie (62 giri), il britannico della Williams George Russell (1’18″168) con gomme medie (73 giri) e la Racing Point del canadese Lance Stroll (1’18″282) con gomme dure (52 giri).

Loading...
Loading...

E la Ferrari? Charles Lerclerc ha portato avanti un programma diverso dagli altri, concentrandosi per lo più su un lavoro di messa a punto sulla durata. La sensazione è che la Rossa abbia trovato tanto carico aerodinamico, ma debba essere più veloce in rettilineo. Questioni dunque ancora di bilanciamento, ma con una monoposto che è in “formato base” e diversa da quella che probabilmente vedremo dal 26 al 28 febbraio sempre a Barcellona e poi nel 1° round iridato in Australia il 15 marzo. Il monegasco, che quest’oggi ha preso il posto di un Vettel influenzato, ha completato 132 giri, fermandosi a 1″313 dal leader con gomme medie. Facendo un raffronto rispetto all’anno passato, Seb nel day-1 portò a termine 169 tornate. Un dato preoccupante? E’ presto per dirlo. A completare la classifica la Williams del canadese Nicholas Latifi (1’18″382) con gomme soft, l’Alfa Romeo del polacco Robert Kubica (terzo pilota) con il tempo di 1’18″386 (59 giri), la Haas del danese Kevin Magnussen (1’18″466) con gomme medie (106) e il nostro Antonio Giovinazzi (1’20″096) con gomme medie (79 giri).

LA CLASSIFICA DEL DAY-1 TEST F1 BARCELLONA 2020

1 44 L. Hamilton (C3) Mercedes 1’16″976 94
2 77 V. Bottas (C3) Mercedes +00″337 1’17″313 79
3 11 S. Perez (C3) Racing Point +00″399 1’17″375 58
4 33 M. Verstappen (C2) Red Bull +00″540 1’17″516 167
5 26 D. Kvyat (C3) AlphaTauri +00″722 1’17″698 115
6 55 C. Sainz (C2) McLaren +00″866 1’17″842 161
7 3 D. Ricciardo (C3) Renault +00″897 1’17″873 54
8 31 E. Ocon (C3) Renault +01″028 1’18″004 62
9 63 G. Russell (C3) Williams +01″192 1’18″168 73
10 18 L. Stroll Racing Point +01″306 1’18″282 50
11 16 C. Leclerc (C3) Ferrari +01″313 1’18″289 131
12 40 N. Latifi (I) Williams +01″406 1’18″382 63
13 88 R. Kubica (C3) Alfa Romeo +01″410 1’18″386 59
14 20 K. Magnussen (C2) Haas +01″490 1’18″466 104
15 99 A. Giovinazzi Alfa Romeo +03″120 1’20″096 79

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE SULLA F1

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top