Show Player

ATP Rotterdam 2020: Jannik Sinner sfiora la vittoria, ma perde la battaglia contro Carreno Busta



Una grande prestazione, ma tanti rimpianti per Jannik Sinner. L’altoatesino esce sconfitto da una pazzesca battaglia contro lo spagnolo Pablo Carreno Busta, perdendo in tre set con il punteggio di 7-5 3-6 7-6 dopo due ore e quaranta minuti di gioco. Sinner ha vinto lo stesso numero di punti (233) di Carreno Busta, ma è mancato nel numero di palle break conquistate (2/14). L’azzurro ha servito il 60% di prime palle, conquistando comunque l’80% dei punti con la prima di servizio. Jannik ha colpito bene da fondo, ma ha commesso troppi errori a rete, fattore che ha sicuramente inciso sulla sconfitta nei quarti di finale dell’ATP 500 di Rotterdam.

Nel primo set Sinner deve affrontare una palla break, ma l’annulla con uno splendido vincente di dritto sulla riga. E’ poi l’azzurro ad avere una palla break in suo favore nel sesto game, ma il suo rovescio si ferma sul nastro. Il set sembra indirizzarsi verso il tie-break ed invece nell’undicesimo game Sinner ha un passaggio a vuoto. La prima abbandona l’altoatesino e Carreno Busta riesce a conquistare il break che lo porta poi a chiudere il primo set in suo favore per 7-5.

Loading...
Loading...

Anche nella seconda frazione è Sinner a concedere una palla break per primo nel terzo game, ma l’annulla. Jannik comunque gioca molto bene e ha in mano lo scambio da fondo. Arrivano ben cinque palle break in successione nel secondo set e proprio la quinta è decisiva: nell’ottavo game il rovescio abbandona lo spagnolo e Sinner strappa il servizio a Carreno Busta. Il set è dell’azzurro che si impone per 6-3.

Il terzo set è una partita dentro la stessa partita. Il primo game è incredibile con Sinner che ha ben quattro palle break, ma Carreno Busta si salva e tiene il servizio. L’altoatesino risente dell’occasione sprecata e subisce il break. Lo spagnolo vola sul 3-0, poi sul 4-1 ed anche sul 5-2. Sembra finita, ma Sinner trova una clamorosa rimonta. Il nativo di San Candido gioca un nono game perfetto e ottiene il controbreak. Nel game successivo, però, lo spagnolo si porta sullo 0-40 e ha tre match pointi, ma Jannik è fenomenale e salva ancora tutto. Si va al tie-break: il 18enne azzurro si esalta e scappa sul 6-4, ma non sfrutta i due match point. Purtroppo sul 7-6 in favore dello spagnolo, Sinner sbaglia di rovescio e così cala il sipario sul match.

Nonostante la sconfitta, Sinner può guardare con fiducia alla sua nuova classifica ATP. Infatti l’azzurro è salito al numero 68 del ranking mondiale (in attesa comunque delle altre sfide odierne), entrando per la prima volta tra i primi settanta del mondo.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DEL TENNIS

andrea.ziglio@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top