Sci alpino, De Aliprandini primo davanti a Borsotti ad Adelboden! Rinasce l’Italia in gigante, prima manche pazzesca!

L’Italia sogna dopo la prima manche del gigante di Adelboden. In testa davanti a tutti c’è un fantastico Luca De Aliprandini, che precede Giovanni Borsotti, staccato di soli quattro centesimi dal connazionale. Una doppietta italiana, l’apoteosi azzurra, con la squadra di gigante che si ritrova in uno dei templi del Circo Bianco. De Aliprandini è stato il primo a stupire, chiudendo con il miglior tempo in 1’12”25, poi ci ha pensato Borsotti, semplicemente pazzesco con il pettorale 53. 

Adesso ci sarà da vivere una seconda manche con il batticuore, perché un azzurro non vince in gigante Ad Adelboden addirittura dal 2005 (Max Blardone). Sia De Aliprandini sia Borsotti dovranno essere bravissimi a gestire la pressione. La lotta per il successo finale è comunque apertissima, perché in meno di sei decimi ci sono ben dodici atleti.

Sul podio virtuale c’è anche lo svizzero Loic Meillard, che paga 11 centesimi di ritardo da De Aliprandini. Quarti a pari merito il francese Mathieu Faivre ed il sorprendente canadese Erik Read, entrambi a 13 centesimi dalla vetta. Sesta posizione per lo sloveno Zan Kranjec (+0.24), che precede il croato Filip Zubcic (+0.26), il tedesco Alexander Schmid (+0.38) ed il norvegese Lucas Braathen (+0.39).

Decimo Henrik Kristoffersen, in ritardo di 45 centesimi da De Aliprandini. Undicesimo Alexis Pinturault, staccato di 51 centesimi, ma il francese ha commesso un gravissimo errore nella parte alta. E’ una prima manche trionfale per lo sci azzurro, infatti a pari merito con Pinturault c’è un incredibile Riccardo Tonetti. 

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI SCI ALPINO

andrea.ziglio@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Slittino, Coppa del Mondo Altenberg 2020: Steu/Koller sorprendono Eggert/Benecken nel doppio, Rieder/Kainzwaldner sfiorano il podio

F1, come sarà la Ferrari 2020? Tra un mese la presentazione: tutte le novità tra motore, carico aerodinamico e sospensioni