Campionati neerlandesi ciclocross 2020: strepitosa del Carmen Alvarado, stacca tutte e conquista il titolo nazionale più ambito

La neerlandese di origini dominicane Ceylin del Carmen Alvarado confezione l’ennesimo capolavoro della sua stagione favolosa vincendo il titolo nazionale dei Paesi Bassi. Una gara che vale quasi quanto un Mondiale data la concorrenza di altissimo profilo. Al secondo posto si piazza Annemarie Worst, mentre al terzo la vincitrice uscente Lucinda Brand. Quarta la campionessa d’Europa Yara Kastelijn, mentre la Cannibale Marianne Vos deve accontentarsi di chiudere la top-5.

La gara vede subito le fab-5 Vos, Brand, Kastelijn, del Carmen Alvarado e Worst fare il vuoto nei confronti del resto della concorrenza. Dopo 20 minuti la neerlandese di origini dominicane porta il suo attacco e nessuna delle altre riesce a rispondere. Il quartetto al suo inseguimento, ben presto, si fraziona. Worst resta sola alle spalle della battistrada, mentre poco dietro si forma una coppia con Brand e Kastelijn. Vos, invece, soffre in quinta posizione. Nel finale Brand si scrolla di dosso la campionessa d’Europa e va a conquistare la terza piazza.

Per del Carmen Alvarado è il primo titolo nazionale tra le Elite, arrivato al primo tentativo, dato che fino all’anno scorso ha gareggiato tra le U23 (e avrebbe potuto farlo anche in questa stagione dato che è una classe 1998). Inoltre, con questo successo la fuoriclasse raggiunge quota 12 successi stagionali, considerando sia uomini che donne e tutte le categorie dagli juniores in su, solo Thibau Nys e Mathieu van der Poel hanno saputo fare meglio di lei fino ad oggi.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: UCI Cyclocross

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino, Pagelle 12 gennaio: Brignone immensa, Bassino eccellente, Yule profeta in patria, slalomisti italiani in affanno

Biathlon, Pavlova e Nawrath vincono le Sprint di IBU Cup a Brezno-Osrblie, lontani dal vertice gli azzurri