Pattinaggio artistico, Campionati Nazionali Giapponesi 2019: Rika Kihira domina e vince il titolo, splendido secondo posto per Higuchi

Rika Kihira ha vinto per la prima volta in carriera il titolo nella massima categoria ai Campionati Nazionali Giapponesi di pattinaggio artistico, in scena questa settimana presso la Yoyogi National Gymnasium di Tokyo.

L’atleta allenata da Mie Hamada ha mandato in estasi il pubblico grazie a un programma pattinato senza sbavature di rilievo. Rinunciando volutamente al quadruplo salchow, eseguito solo triplo, la nipponica ha ritrovato la combinazione triplo axel/triplo toeloop (sottoruotato), snocciolando poi in sequenza due salti singoli, il triplo flip e il triplo axel intervallati dalla trottola fly camel (livello 4) oltre che le due combinazioni in zona bonus triplo flip/doppio toeloop e doppio axel/doppio toeloop/doppio rittberger; concludendo la performance con il triplo rittberger e con le trottole con cambio di piede e layback (livello 4) la nativa di Nishinomiya ha raccolto 155.22 (81.62, 73.60) per 229.20 totali.

Splendida rimonta dal quarto al secondo posto per Wakaba Higuchi, tornata con merito ad alti livelli; la padrona di casa seguita da Koji Okajima ha superato la concorrenza realizzando elementi di peso come le due combinazioni con il triplo lutz, rispettivamente con triplo toeloop e con doppio toeloop e doppio rittberger, oltre che due doppi axel (di cui uno agganciato con il triplo toeloop), il triplo salchow e il triplo rittberger grazie ai quali ha raggiunto 138.51 (71.35, 67.16) superando la soglia dei 200 punti con 206.61 precedendo di tredici lunghezze Tomoe Kawabata, piazzatasi sul gradino più basso del podio con 128.43 (67.62, 60.81) per 191.43 approfittando dei passaggi a vuoto non solo di Satoko Miyahara, quarta con 121.32 (52.23, 60.09) per 191.43 a causa di una prova viziata da arrivi fallosi e da rotazioni non complete, ma anche di Kaori Sakamoto, rimasta attardata al sesto posto con 118.31 (50.73, 68.52) per 188.26 mancando la combinazione inaugurale con il flip, arrivando con step out nel triplo toeloop combinato con il triplo rittberger e soprattutto cadendo nel triplo toeloop (degradato)agganciato con il doppio axel.

La giornata si è aperta inoltre con il libero delle coppie d’artistico dove gli unici partecipanti, Riku Miura-Ryuichi Kihara, hanno conquistato 116.16 (58.00, 58.16) per un totale di 170.11.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Snowboardcross, Michela Moioli: il ruggito della fuoriclasse che ora punta alla Coppa del Mondo

Biathlon, Coppa del Mondo Le Grand Bornand 2019-2020: Johannes Bø trionfa nell’inseguimento, indietro gli azzurri