Ciclocross, Ethias Cross 2019-2020: a Essen vincono Quinten Hermans e la rientrante Marianne Vos

Quinten Hermans (Telenet-Fidea) domina a Essen, nella quinta prova di Ethias Cross 2019-2020. Il belga, grazie anche alle numerose assenze importanti (quelle di van der Poel, Iserbyt e Aerts su tutte) ha ottenuto il suo secondo successo stagionale dopo quello del 26 ottobre a Beringen. Ad ogni modo, la prestazione dell’alfiere della Telenet-Fidea è stata di primissimo piano, dato che ha staccato tutti già al terzo giro e ha vinto con quasi un minuto di vantaggio sul secondo classificato Laurens Sweeck (Pauwels Sauzen-Bingoal), il quale nelle ultime uscite era stato sovente il primo degli umani dietro a Mathieu van der Poel. 3° posto per il britannico Tom Pidcock (Trinity), autore di una bella rimonta dopo l’ennesima partenza difficile.

Nella gara odierna c’è stato anche il ritorno al ciclocross, dopo quasi un anno di assenza, di Zdenek Stybar (Deceuninck-Quick Step). L’asso ceco è stato autore di una buona gara, con una prima fase positiva seguita da un momento di difficoltà verso metà corsa. Tuttavia, nel finale ha ritrovato un buon colpo di pedale ed è riuscito a strappare una più che buona 12esima posizione, che infonde fiducia in vista dei prossimi appuntamenti.

Esordio con vittoria, invece, per Marianne Vos (CCC) nella prova femminile. La fuoriclasse neerlandese ha approfittato di una concorrenza non particolarmente qualificata, dato che tutte le big hanno disertato la gara odierna per concentrarsi sulla prova di Superprestige che si svolgerà domani a Zonhoven, e ha dominato. La Cannibale ha preso la testa della corsa subito dopo la partenza e non l’ha mai mollata, staccando tutte le rivali senza grosse difficoltà.

Secondo posto, a 59″ dall’ex campionessa del Mondo, per la giovanissima Blanka Kata Vas, 18enne campionessa d’Ungheria in carica. Sul gradino più basso del podio, invece, sale un’altra ragazza under 23, vale a dire la classe 1999 britannica Anna Kay (Esperza). Kay, dopo una partenza difficile, ha ingranato nei 10 minuti finali e all’ultim0 giro è riuscita a superare la veterana Ellen Van Loy (Telenet-Fidea), la quale aveva provato a tenere testa a Vos nelle prime tornate, per poi crollare pesantemente da metà gara in poi.

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pattinaggio artistico, Finali Grand Prix 2019: Panfilova e Rylov vincono tra le coppie juniores

Speed skating, Coppa del Mondo Nur-Sultan 2019: Davide Ghiotto sesto sui 10000 metri