Show Player

Dakar 2020, presentato il percorso: 7800 km in Arabia Saudita tra montagne e deserto, 12 tappe da brividi. C’è Fernando Alonso



Oggi è stata ufficialmente presentata la Dakar 2020, la 42esima edizione del Rally Raid più celebre, prestigioso, importante al mondo. Per la prima volta si correrà in Arabia Saudita, la kermesse scatterà il prossimo 5 gennaio a Jeddah e si concluderà ad Al Qiddiyah il 17 gennaio: i piloti dovranno percorrere addirittura 7856 km, 5097 km saranno di prova cronometrata (ovvero il 65% del totale). La Dakar abbandona dunque il Sudamerica (ultima edizione in Perù) dopo il doloroso addio all’Africa che ha snaturato la storia di questa competizione, parteciperanno ben 572 atleti con 347 mezzi al via per una startlist più numerosa del 5% rispetto al 2019.

Le prime sei tappe si muoveranno verso Riyadh su percorsi molto veloci in mezzo a montagne e canyon poi riposo nella Capitale l’11 gennaio prima di una seconda settimana da brividi nel grande deserto di Rub al-Jali dove le dune saranno assolute protagoniste. Abbiamo detto del tracciato ma non andranno sottovalutate le condizioni ambientali perché si avranno delle massime attorno ai 30 °C e delle minime addirittura di 5 °C durante la notte, attenzione anche al fatto che le giornate saranno relativamente corte quindi si partirà spesso prima dell’alba e si potrebbe giungere in procinto del tramonto. Le tappe 10 (608km) e 11 (744), tra Haradh e Shubaytah (ad est e vicino agli Emirati Arabi Uniti), saranno le classiche Marathon (senza assistenza) per tutti.

I roadbook avranno i pericoli già colorati, sono state introdotte le “Super Marathon” per moto e quad in cui saranno consentiti solo 10 minuti di lavoro sui mezzi. In tutte le categorie verrà concesso un jolly che permetterà agli amatori costretti al ritiro di continuare la corsa nella classifica “Dakar Experience”. La lista dei partenti è ricca di stelle tra cui spicca Fernando Alonso, due volte Campione del Mondo F1 che sarà al volante di una Toyota affiancato da Marc Coma. Lo spagnolo se la dovrà vedere con i favoriti Nasser Al-Attiyah (Toyota), Carlos Sainz e Stephane Peterhansel (Mini) mentre tra le moto la KTM imbattuta dal 2001 sarà sfidata da Honda, Yamaha e Husqvarna.

 

Loading...
Loading...

PERCORSO DAKAR 2020: TUTTE LE TAPPE, IL CALENDARIO E LE DATE

PRIMA TAPPA (5 gennaio): Jeddah – Al Wajh (752 km, 319 di speciale)

SECONDA TAPPA (6 gennaio): Al Wajh – Neom (401, 367 km di speciale)

TERZA TAPPA (7 gennaio): Neom – Neom (489 km, 404 km di speciale)

QUARTA TAPPA (8 gennaio): Neom – Al Ula (676 km, 453 km di speciale)

QUINTA TAPPA (9 gennaio): Al Ula – Ha’il (563 km, 353 km)

SESTA TAPPA (10 gennaio): Ha’il – Riyadh (830 km, 478 km di speciale)

SETTIMA TAPPA (12 gennaio): Riyadh – Wadi Al-Dawasir (741 km, 546 km di speciale)

OTTAVA TAPPA (13 gennaio): Wadi Al-Dawasir – Wadi Al-Dawasir (713 km, 474 km di speciale)ù

NONA TAPPA (14 gennaio): Wadi Al-Dawasir – Haradh (891 km, 415 km di speciale)

DECIMA TAPPA (15 gennaio): Haradh-Shubaytah (608 km, 534 km di speciale)

UNDICESIMA TAPPA (16 gennaio): Shubaytah – Haradh (744 km, 379 km di speciale)

DODICESIMA TAPPA (17 gennaio): Haradh – Qiddiyah (447 km, 374 km)

 

Dakar 2020: ecco il percorso con più km cronometrati e meno caldo

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top