Seguici su

Ciclismo

Ciclocross, DVV Verzekeringen Trofee 2019-2020: Mathieu van der Poel è uno spettacolo. L’Olandese Volante domina anche il Flandriencross

Pubblicato

il

Mathieu van der Poel (Corendon-Circus) conquista anche il Flandriencross di Hamme, seconda prova del DVV Verzekeringen Trofee. Il campione del mondo di ciclocross non solo non ha sentito la fatica fatta ieri per rimontare ben 25 corridori e vincere a Tabor, in Coppa del Mondo, ma, anzi, è sembrato, come sempre del resto nei back 2 back, più brillante rispetto alla gara del giorno precedente. Secondo uno stoico Laurens Sweeck (Pauwels Sauzen-Bingoal), l’unico capace di dargli del filo da torcere per larghi tratti di corsa. Terzo Tim Merlier (Creafin), il quale ha gareggiato a lungo al fianco del campione del Belgio Toon Aerts (Telenet-Fidea), prima che questi fosse vittima di un problema meccanico che ha, di fatto, permesso a Tim di conquistare il podio in tranquillità. Solo 5° il leader della competizione Eli Iserbyt (Pauwels Sauzen-Bingoal), oggi letteralmente travolto dallo strapotere dell’Olandese Volante.

Parte fortissimo Mathieu van der Poel e solo Toon Aerts riesce a tenere le accelerazioni del fenomeno neerlandese. Dietro Laurens Sweeck si incarica dell’inseguimento e, insieme a Tim Merlier, si riporta sulla coppia al comando alla fine della seconda tornata. Sembra, invece, fare più fatica il leader della classifica generale Eli Iserbyt, il quale perde le ruote anche del compagno Michael Vanthourenhout. Questi, però, verrà, poi, fortemente rallentato da un problema alla sella.

L’iridato lascia passare davanti Aerts nella prima metà del terzo giro, ma, nel rettilineo che si trova lungo il lago in cui si snoda il circuito, Mathieu scatta di nuovo e stavolta riesce a distanziare il campione del Belgio. Tuttavia, un coriaceo Sweeck si porta in seconda posizione, stacca tutti gli altri, e resta a lungo a una manciata di metri da van der Poel.

I due danno vita a un bel duello a distanza, con Sweeck che riesce a girare su tempi simili a quelli di van der Poel, ma non riesce a riprendere il rivale. All’imbocco del settimo giro Mathieu stringe gli scarpini, segnale che sta per fare sul serio, e aumenta ulteriormente su Sweeck, raddoppiando il suo vantaggio sull’inseguitore nella terzultima tornata. Nel frattempo Aerts, che era in terza posizione, è vittima di un problema meccanico e perde tantissimo tempo.

Nel penultimo giro Sweeck cala travolto dalla fatica e sprofonda a 20″ dal battistrada, alzando definitivamente bandiera bianca. Al traguardo Laurens accusa 40″, Merlier 1’03”, van der Haar 1’06” e Iserbyt 1’09”. Van der Poel ha saltato la prima prova di DVV Verzekeringen Trofee, vale a dire il Koppenbergcross, e, per questo, stamattina in classifica generale si trovava a cinque minuti da Iserbyt. Con la gara odierna, però, ha già recuperato circa 1’30” al rivale, data la presenza di abbuoni, e con cinque prove ancora da disputarsi la rimonta non sembra impossibile.

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

luca.saugo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: OA Sport

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online