Show Player

Pattinaggio artistico, Grand Prix 2019: Matteo Rizzo all’attacco! Il gioiellino a caccia delle Finali di Torino



All’attacco! Matteo Rizzo è pronto a giocarsi un ruolo da protagonista nella venticinquesima edizione del circuito ISU Grand Prix 2019-2020 di pattinaggio artistico, al via questa settimana dal ghiaccio di Las Vegas per la prima tappa, Skate America.

Il talento delle Fiamme Azzurre disputerà la prima gara la prossima settimana in Canada, proprio nella terra che lo ha ospitato in estate per il prestigioso Summer Camp al Cricket Club di Brian Orser; le intenzioni di Rizzo sono chiare: pattinare bene per cercare di staccare un pass per le Finali di Torino. Non sarà certamente facile, ma l’allievo di Franca Bianconi e del padre Valter ha tutte le carte in regola per provarci, i risultati della pre season appena passata agli archivi lo confermano:

Loading...
Loading...

Le intenzioni iniziali del pattinatore infatti sono state quelle di inserire due quadrupli nello short program. In occasione della prima gara disputata quest’anno tra le mura amiche dell’IceLab di Bergamo, il Lombardia Trophy (dove ha conquistato il terzo posto), l’atleta romano ha atterrato infatti la combinazione quadruplo toeloop/doppio toeloop cadendo però nel quadruplo rittberger singolo. Dopo la seconda piazza ottenuta al Nepala Memorial di Bratislava, seconda competizione, l’azzurro ha perfezionato la sua strategia nel trofeo di Shanghai, (Cina) dove ha trionfato completando quadruplo toeloop/triplo toeloop e lasciando triplo lutz come salto singolo, collocando due salti quadrupli nel programma libero. Mai come quest’anno dunque la tattica del nostro Matteo sarà fluida, merito anche della sua grande capacità di leggere la gara, arginando i suoi errori e affondando il colpo in caso di eventuali passaggi a vuoto degli avversari.

Rizzo gareggerà in due gare difficilissime, ma non impossibili. Precisamente per Skate Canada, in scena a Kewlona dal 24 al 27 ottobre, si scontrerà con il monumento della disciplina Yuzu Hanyu, sfidando ad armi pari atleti come il nipponico Keiji Tanaka e come il lettone Deniss Vasiljev. Il quadro sarà paradossalmente più ostico nella Cup Of China, in scena a Chongqing dal 7 al 10 novembre, dove Matteo troverà, oltre il già citato Tanaka, anche Vincent Zhou (medaglia di bronzo nell’ultima rassegna iridata), l’amatissimo sudcoreano Junhwan Cha e il padrone di casa Jin Boyang, pronto a riconquistare un posto nell‘elite della specialità in vista delle Olimpiadi di Pechino 2022.

CLICCA QUI PER IL CALENDARIO DELLE TAPPE DEL CIRCUITO GRAND PRIX 2019-2020

CLICCA QUI PER CONOSCERE IL PROGRAMMA DELLA PRIMA TAPPA, SKATE AMERICA

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Colombo Pier

Loading...

Lascia un commento

scroll to top