Atletica, scelti i 40 azzurri dell’Elite Club 2020. Tutti i nomi da Filippo Tortu e Gianmarco Tamberi ad Antonella Palmisano ed Elena Vallortigara

40: tanti sono gli azzurri che entrano a far parte dell’Atletica Elite Club come da decisione dell’ultimo Consiglio Federale della FIDAL. Sono 24 uomini e 16 donne (più altri nove ingressi previsti per le staffette) quelli che fanno parte del gruppo di merito dell’Italia in pista e non solo.

Dei 40 prescelti, 15 sono stati inseriti nel “Gruppo Top” (in grassetto i nuovi ingressi rispetto al 2019): Sara Dossena, Eleonora Giorgi, Antonella Palmisano, Alessia Trost, Elena Vallortigara, Yeman Crippa, Eseosa Desalu, Marcell Jacobs, Daniele Meucci, Yassine Rachik, Davide Re, Massimo Stano, Claudio Stecchi, Gianmarco Tamberi e Filippo Tortu.

Dieci i nuovi ingressi: Michele Antonelli, Luminosa Bogliolo, Anna Bongiorni, Leonardo Fabbri (scelta tecnica), Hassane Fofana, Johanelis Herrera, Gloria Hooper, Irene Siragusa, Stefano Sottile, Stefano Chiesa (da confermare in base alla graduatoria mondiale del 31 dicembre).

Questi, invece, gli altri confermati: Maria Benedicta Chigbolu, Ayomide Folorunso, Raphela Lukudo, Daisy Oaskue, Yadisleidy Pedroso, Giancarla Dimich Trevisan, Vladimir Aceti, Simone Cairoli, Federico Cattaneo, Yohanes Chiappinelli, Matteo Galvan, Eyob Ghebrehiwet Faniel, Mario Lambrughi, Davide Manenti ed Edoardo Scotti.

Come recita il comunicato della FIDAL, “fanno parte di AEC 2020 gli atleti che, in relazione ai risultati ottenuti negli anni 2018 e 2019 ed in alcuni casi eccezionali per scelta tecnica, hanno i requisiti per primeggiare in campo internazionale“. Altri possono entrare, su proposta del DT Antonio La Torre, ove i risultati del 2020 fossero di tale rilevanza da rendere gli atleti in questione passibili di ingresso.

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

NextGen 2019: il regolamento sperimentale del torneo. Set a 4, punto decisivo sul 40-40 e tanto altro… La guida completa

NBA 2019-2020: Joel Embiid, Karl-Anthony Towns, la rissa e gli strascichi nei social