Pattinaggio artistico, ISU Junior Grand Prix Chelyabinsk 2019: Petr Gumennik vince la gara maschile, Kamila Valieva incanta nello short

La gremita Traktor Arena di Chelyabinsk (Russia) sta ospitando questa settimana la quarta delle sette tappe di qualificazione del circuito ISU Junior Grand Prix 2019/2020 di pattinaggio artistico, evento che avrà il suo epilogo al PalaVela di Torino, teatro delle Finali, nel mese di dicembre.

Sulla falsa riga di quanto successo ieri, in tutte le categorie si è verificato un vero e proprio dominio dei pattinatori di casa, a cominciare dalla specialità individuale maschile che ha visto trionfare in rimonta Petr Gumennik, atleta di San Pietroburgo capace di atterrare, seppur con qualche patema, un quadruplo lutz come primo elemento di salto guadagnando inoltre punti preziosi con la combinazione triplo axel/doppio toeloop/doppio rittberger e con le due andate in bonus triplo lutz/triplo toeloop e triplo lutz/triplo rittberger, raggiungendo nel segmento 147.99 (75.55, 72.44) per 222.14 punti totali.

La scelta di eseguire il salchow triplo anziché quadruplo e un errore nella combinazione con il triplo flip hanno di fatto condannato al secondo posto Artur Danielian, il quale con 138.62 (66.74, 72.58) per 221.93 ha vanificato l’ampio vantaggio creato nel segmento più breve. Ottimo piazzamento per l’ultimo russo in gara, Ilya Yablokov, terzo con l’alto punteggio di 133.95 (66.56, 67.30) per 207.88. Bene infine l’azzurro Gabriele Frangipani che, malgrado un programma ancora da perfezionare, è riuscito a scalare di ben cinque caselle posizionandosi con merito al settimo posto con 121.66 (58.02, 64.64) per 179.50

Tripletta russa anche nelle coppie d’artistico con la vittoria di Kseniia Akhanteva-Valerii Kolesov, i quali dopo il vantaggio risicato del segmento più breve hanno preso il largo eseguendo una prova da 117.43 (60.05, 57.38) per 185.05 totali contrassegnata da buoni elementi d’insieme come il triplo twist (livello 3), i tripli lanciati flip e rittberger e i sollevamenti del gruppo 5 reverse e del gruppo 4 (entrambi di livello 4) ma macchiata da alcune imprecisioni nei salti in parallelo. Due sanguinosissime cadute in entrambi i salti lanciati (triplo flip e triplo rittberger) hanno invece impedito ogni possibilità di rimonta a Iuliia Artemeva-Mikhail Nazarychev, secondi classificati con 111.19 (56.51, 56.68) per 178.31 distanziando di oltre sette lunghezze Diana Mukhametzianova-Ilya Mironov, sul gradino più basso del podio con 108.84 (54.17, 54.67) totalizzando 171.88.

La giornata si è aperta infine con lo short program femminile, dove l’attesissima Kamila Valieva non ha deluso le aspettative sfoggiando davanti al proprio pubblico una prova qualitativamente parlando vicina all’eccellenza. Nello specifico il piccolo asso allenato da Eteri Tutberidze ha convinto staccando un buon triplo rittberger, un bellissimo doppio axel e una veloce ed ampia combinazione triplo lutz/triplo toeloop, realizzando inoltre delle trottole di altissimo livello, in particolare quella con con cambio di piede e la layback, premiate dalla giuria in termini di grado di esecuzione con assegnazioni di +5 e +4. Grazie alla prestazione positiva, Valieva ha registrato il nuovo primato personale stabilendosi a quota 73.56 (41.78, 31.78).

Non è stata da meno la compagna di squadra Ksenia Sinitsina, artefice di un programma perfetto in cui ha ottenuto 73.04 (41.48, 31.56) piazzandosi al secondo posto provvisorio davanti alla connazionale Viktoria Vasilieva, più distante in terza posizione con 67.04 (38.65, 28.39). Debutto con il botto per l’azzurra Ginevra Negrello, bravissima a conquistare agilmente la settima piazza grazie a un primo segmento decisamente di buon livello impreziosito dalla combinazione triplo flip/doppio toeloop, dal triplo rittberger e dal doppio axel con cui ha ricevuto una valutazione complessiva di 54.24 (31.01, 23.23).

CLASSIFICA FINALE JUNIOR INDIVIDUALE MASCHILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Petr GUMENNIK
RUS
222.14 2 1
2 Artur DANIELIAN
RUS
221.93 1 2
3 Ilya YABLOKOV
RUS
207.68 3 3
4 Alec GUINZBOURG
CAN
185.80 4 7
5 Younghyun CHA
KOR
183.61 8 4
6 Iliya KOVLER
CAN
179.74 10 6
7 Gabriele FRANGIPANI
ITA
179.50 12 5
8 Alexander LEBEDEV
BLR
173.08 6 9
9 Luanfeng LI
CHN
171.76 5 11
10 Mihhail SELEVKO
EST
169.95 15 8
11 Yong Myong RO
PRK
169.25 9 10
12 William ANNIS
USA
167.54 7 12
13 Georgii RESHTENKO
CZE
154.97 16 14
14 Eric SJOBERG
USA
153.26 18 13
15 Dias JIRENBAYEV
KAZ
146.93 11 17
16 Nikita STAROSTIN
GER
143.83 13 16
17 Casper JOHANSSON
SWE
143.41 14 15
18 Alp Eren OZKAN
TUR
135.94 17 18
19 Lilian BINZARI
MDA
129.25 20 19
20 Mozes Jozsef BEREI
HUN
119.16 19 21
21 Andy YAO
AUS
109.58 22 20
22 Azizmurod SHABAZOV
UZB
95.57 21 22

CLASSIFICA FINALE JUNIOR COPPIE D’ARTISTICO

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Kseniia AKHANTEVA / Valerii KOLESOV
RUS
185.05 1 1
2 Iuliia ARTEMEVA / Mikhail NAZARYCHEV
RUS
178.31 2 2
3 Diana MUKHAMETZIANOVA / Ilya MIRONOV
RUS
171.88 3 3
4 Stanislava VISLOBOKOVA / Aleksei BRIUKHANOV
RUS
166.18 4 4
5 Hyang Mi RO / Kum Chol HAN
PRK
161.13 5 5
6 Brooke McINTOSH / Brandon TOSTE
CAN
137.24 6 6
7 Anastasiia SMIRNOVA / Danylo SIIANYTSIA
USA
126.89 7 7
8 Patricia ANDREW / Zachary DALEMAN
CAN
111.48 8 8
9 Motong LIU / Tianze WANG
CHN
106.33 9 9

CLASSIFICA SHORT PROGRAM JUNIOR INDIVIDUALE FEMMINILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Kamila VALIEVA
RUS
73.56 1
2 Kseniia SINITSYNA
RUS
73.04 2
3 Viktoria VASILIEVA
RUS
67.04 3
4 Chisato URAMATSU
JPN
63.59 4
5 Nana ARAKI
JPN
59.05 5
6 Kate WANG
USA
55.25 6
7 Ginevra NEGRELLO
ITA
54.24 7
8 Eva Lotta KIIBUS
EST
54.01 8
9 Maria LEVUSHKINA
BUL
53.94 9
10 Jihun TO
KOR
53.04 10
11 Nelli IOFFE
ISR
51.71 11
12 Linnea CEDER
FIN
49.91 12
13 Olivia GRAN
CAN
48.79 13
14 Stefanie PESENDORFER
AUT
48.72 14
15 Julia LANG
HUN
46.19 15
16 Milana RAMASHOVA
BLR
46.06 16
17 Tal Mi SIN
PRK
45.05 17
18 Anna la PORTA
SUI
44.39 18
19 Audrey SHIN
USA
44.36 19
20 Maia MAZZARA
FRA
42.90 20
21 Amelie TABOR
AUS
39.57 21
22 Valeriia SIDOROVA
ARM
39.42 22
23 Elena KOMOVA
GBR
38.93 23
24 Yasemin ZEKI
TUR
34.19 24
25 Azhar ZHUMAKHANOVA
KAZ
32.24 25
26 Niginabonu JAMOLIDDINOVA
UZB
27.93 26
27 Marissa WU
TPE
25.57 27
28 Ishita KAPOOR
IND
24.94 28
29 Aleks NAM
KGZ
20.16 29
30 Linh Khanh TRAN
VIE
18.96 30

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: International Skating Union (Chelyabinsk event)

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket, Mondiali 2019: Argentina e Spagna, due modi diversi di arrivare in finale

Vuelta a España 2019, Rémi Cavagna: “Era un obiettivo che inseguivo. Gli ultimi 25 chilometri sono stati molto dolorosi”