Show Player

Roland Garros 2019: due argentini per gli ottavi di Federer e Nadal. Tsitsipas sfida Wawrinka, al femminile Stephens-Muguruza big match


Roger Federer | Credits: Janet McIntyre / Shutterstock.com


CLICCA QUI PER SEGUIRE LA DIRETTA LIVE DEL ROLAND GARROS (SI COMINCIA ALLE ORE 11.00)

La seconda domenica del Roland Garros vede iniziare gli ottavi di finale, e restringersi dunque a due (salvo partite che si allungano) i campi sui quali si giocano i tornei di singolare maschile e femminile: quelli intitolati a Philippe Chatrier e a Suzanne Lenglen.

Loading...
Loading...

Tornano in campo Roger Federer e Rafael Nadal, entrambi attesi da giocatori argentini. Lo svizzero ritrova Leonardo Mayer, battuto tre volte su altrettanti precedenti, anche se nel primo, il più famoso di essi, salvò diversi match point. Lo spagnolo, invece, si confronta con Juan Ignacio Londero, detto “El Topo”, che è esploso quest’anno con la vittoria nell’ATP 250 della sua Cordoba e che, in questo torneo, ha eliminato prima il georgiano Nikoloz Basilashvili, poi Richard Gasquet e Corentin Moutet, dando un paio di dispiaceri al pubblico francese. Tutto va nella direzione di un altro passo verso l’ipotetico scontro che potrebbe arrivare in semifinale, a 14 anni da quando accadde lo stesso per la prima volta a Parigi.

Non meno interessanti i due match che si giocheranno sul Lenglen: in particolare, è prevista battaglia tra Stefanos Tsitsipas e Stan Wawrinka, che mai si sono affrontati prima. E’ uno scontro generazionale, con i 13 anni abbondanti che passano tra i due, ed è anche una battaglia tra due diverse aspirazioni: per il greco quella di confermare il proprio status di certezza, per lo svizzero quella di rientrare nel giro che conta proprio nello Slam che l’ha visto vincitore nel 2015. In chiusura di programma, tocca al giapponese Kei Nishikori sfidare la follia dell’ultimo francese rimasto, Benoit Paire: in teoria il nipponico è favorito anche dai precedenti (6-2, due dei quali proprio al Roland Garros), in pratica Paire qualcosa può sperare di fare, visto che l’ultima fatica di Nishikori, quella contro il serbo Laslo Djere, è durata quattro ore e mezza.

Nel tabellone femminile il match di maggior spicco è senza dubbio quello tra la finalista di un anno fa, Sloane Stephens, e Garbiñe Muguruza. L’americana e la spagnola sono al terzo scontro tra di loro e ne hanno vinto uno a testa: difficile capire chi possa prevalere, anche se la vincitrice degli US Open 2017 potrebbe un po’ risentire delle due ore e mezza impiegate a battere la slovena Polona Hercog. Quest’ottavo si incrocia con l’incontro tra la croata Donna Vekic e la britannica Johanna Konta, che sta vivendo un ottimo momento di forma e che, pur essendo numero 26 del tabellone, sembra esser molto sottovalutata da parecchi, ancora stupiti dal fatto che stia riprendendosi il posto che aveva un paio d’anni fa.

Interessanti anche gli scontri nell’ultimo spicchio: Marketa Vondrousova, con tutta la gioventù dei suoi 19 anni, cerca di confermare il proprio status di bella promessa per il futuro contro la lettone Anastasija Sevastova. Per la ceca è il secondo ottavo Slam in carriera (dopo gli US Open 2018), ma le si presenta davanti un ostacolo complesso e che, in silenzio, ha saputo mantenersi nei dintorni della top ten per diverso tempo. Il match delle rivincite è quello tra Kaia Kanepi e Petra Martic: l’estone sembra di nuovo aver colto le due settimane buone, e quando succede questo per tutte le altre il problema è relativo a come fermarla (e non è tanto semplice), mentre la croata, dopo anni di difficoltà, sembra aver finalmente trovato il modo di far quadrare il cerchio del suo gioco, che si lascia vedere.

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL TENNIS

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Janet McIntyre / Shutterstock.com

Loading...

Lascia un commento

scroll to top