Vela, Europei 49er 2019: Raggio-Germani risalgono la china e sperano ancora nella Medal Race, gli altri azzurri sono fuori dalla top30

La seconda giornata di gare dei Campionati Europei 2019 della classe olimpica 49er, in programma nei pressi di Weymouth (Inghilterra) fino a domenica 19 maggio, si è conclusa regolarmente con la Nazionale italiana in grande difficoltà e sempre più lontana dalle posizioni che contano specialmente in campo maschile. Sullo stesso campo di regata dei Giochi Olimpici di Londra 2012, i padroni di casa della Gran Bretagna sono in testa alla classifica nella competizione femminile con Charlotte Dobson e Saskia Tidey a pari punti con le brasiliane Martine Grael e Kahena Kunze, mentre tra gli uomini l’Australia di Peter Burling e Blair Tuke comanda l’Europeo Open (classifica aperta anche alle barche extra-europee) appena davanti agli spagnoli Diego Botin le Chever e Iago Lopez Marra (primi tra gli europei) e ai neozelandesi Will e Sam Phillips.

In chiave azzurra il migliore equipaggio di queste prime due giornate è quello composto da Maria Ottavia Raggio e Jana Germani, attualmente 19° in rimonta grazie al parziale odierno di 13-14-5 a 20 punti di distacco dalla top10. Più lontane le altre azzurre, con Alexandra Stalder e Silvia Speri 31me con 67 punti (10-20-17), Carlotta Omari e Matilda Distefano 33me con 69 punti (17-12-13) e Francesca Bergamo e Alice Sinno 34me con 73 punti (14-14-12). Al maschile continuano ad annaspare nelle retrovie della classifica i nostri portacolori, ormai quasi definitivamente fuori dalla lotta per la qualificazione alla Medal Race dopo appena sette regate di qualificazione. Uberto Crivelli Visconti e Gianmarco Togni hanno perso due posizioni ed ora sono in 40^ piazza con uno score odierno di 10-9-25, Simone Ferrarese e Valerio Galati sono invece saliti di colpi e si sono portati in 51^ posizione dopo aver collezionato un 8°, un 17° ed un 19° posto nelle prove di giornata, mentre le altre barche tricolori sono addirittura fuori dalle prime settanta posizioni.

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: zixia/shutterstock

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Vela, Europei Nacra 17 2019: Tita-Banti sempre al comando davanti ai britannici Gimson-Burnet, terzi Bissaro-Frascari

Giro d’Italia 2019, come sta Tom Dumoulin dopo la caduta? Olandese sanguinante: “Non ho fratture, ginocchio gonfio”