Scherma, Grand Prix Budapest 2019: secondo posto per Andrea Santarelli, vince Minobe. Nella gara femminile successo di Popescu


Ottimo secondo posto per Andrea Santarelli nel Grand Prix di spada a Budapest. Il 25enne azzurro riesce finalmente a tornare sul podio dopo il terzo posto di Doha del dicembre 2017 e ottiene il suo miglior risultato nel circuito. L’atleta di Foligno è stato sconfitto in finale dal giapponese Kazuyasu Minobe con il punteggio di 15-12. Un assalto molto equilibrato, in cui l’esperto nipponico è riuscito però ad essere più brillante nelle ultime e decisive stoccate.

Il cammino di Santarelli si era aperto con le vittorie contro i russi Vadim Anokhin e Alan Fardzniov, superati rispettivamente 15-13 e 15-7. Nei due assalti successivi l’azzurro è poi riuscito ad avere la meglio all’ultima stoccata, battendo 11-10 il kazako Dmitry Alexanin e 12-11 l’olandese Bas Verwijlen. In semifinale Santarelli ha sconfitto 15-10 lo svizzero Max Heinzer, che chiude così sul terzo gradino del podio insieme all’ungherese Tibor Andrasfi.

Per quanto riguarda gli altri azzurri, si ferma agli ottavi Gabriele Cimini, sconfitto 15-11 dall’ungherese Andras Redli, mentre ai sedicesimi era uscito Paolo Pizzo, battuto 15-9 dal francese Yannick Borel. Eliminati al primo turno Marco Fichera, Valerio Cuomo e Giacomo Paolini, sconfitti rispettivamente 15-11 dal tedesco Lukas Bellman, 15-13 dall’ucraino Bogdan Nikishin e 15-13 dal kazako Dmitriy Alexanin. Erano invece usciti venerdì nelle fasi di qualificazione Federico Vismara, Davide Di Veroli, Federico Marenco, Riccardo Barionovi, Lorenzo Buzzi ed Enrico Garozzo.

Nella gara femminile successo della rumena Ana Maria Popescu che batte 15-7 in finale la sudcoreana Kang Young Mi. Completano il podio la francese Coraline Vitalis e l’altra sudcoreana Choi Injeong. La migliore delle azzurre è Giulia Rizzi, che viene eliminata agli ottavi. L’atleta friulana è stata sconfitta 13-12 dalla svizzera Pauline Brunner. Stop ai sedicesimi per Rossella Fiamingo e Marta Ferrari, battute rispettivamente 15-8 dalla cinese Mingye Zhu e 8-7 dall’ucraina Olena Kryvytska.

Si era interrotto invece al primo turno il cammino di ben sette italiane: Mara Navarria è stata battuta 15-13 della francese Coraline Vitalis, Roberta Marzani è stata superata 15-14 dall’ungherese Eszter Muhari, Nicol Foietta è stata sconfitta 15-9 dalla cinese Sheng Lin, Alessandra Bozza è uscita contro l’estone Julia Beljajeva per 15-9, Alberta Santuccio ha subito il 15-13 della polacca Barbara Rutz, Beatrice Cagnin si è fermata con il 15-12 a favore della transalpina Auriane Mallo e Federica Isola è stata battuta 15-12 dalla svizzera Pauline Brunner. Infine non avevano superato le qualificazioni di ieri Alice Clerici ed Eleonora De Marchi.

 

 

alessandro.farina@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Bizzi Federscherma

Lascia un commento

scroll to top