Show Player

Italia-Liechtenstein 6-0, Qualificazioni Europei 2020: azzurri spumeggianti, spettacolo e valanga di gol. Doppietta Quagliarella



L’Italia ha sconfitto il Liechtenstein per 6-0 nel match valido per le qualificazioni agli Europei 2020 e si conferma al comando del gruppo J, a quota sei punti con due lunghezze di vantaggio su Grecia e Bosnia Erzegovina che hanno pareggiato nello scontro diretto per 2-2. Allo Stadio Tardini di Parma gli azzurri non hanno avuto particolari problemi contro un avversario modesto e dominato nel primo tempo chiuso sul risultato di 4-0, i ragazzi di Roberto Mancini hanno giocato in maniera autorevole e hanno ampiamente meritato il successo che fa il paio con quello ottenuto tre giorni fa contro la Finlandia.

Prestazione positiva e convincente da parte della nostra Nazionale che continua a mostrare dei passi in avanti uscita dopo uscita. Mancini decide di cambiare ben sette uomini rispetto all’impegno di sabato sera, optando sempre per il 4-3-3. Sirigu tra i pali al posto di Donnarumma, i difensori centrali sono Bonucci e Romagnoli (per Chiellini), sulle fasce spazio a Spinazzola e al debuttante Mancini. A centrocampo confermati Jorginho e Verratti con Sensi, in attacco Quagliarella ritrova la maglia da titolare dopo quasi nove anni affiancato da Politano e Kean.

Ottimo avvio dei padroni di casa che pressano con personalità. Sensi sblocca il risultato al 17′, primo gol in Nazionale per il centrocampista del Sassuolo che nel cuore dell’area colpisce benissimo di testa e concretizza al meglio il delizioso cross di Spinazzola dalla sinistra. L’Italia continua ad attaccare e non lascia respiro a un avversario modesto: al 23′ Politano sporca le mani al portiere avversario, Verratti calcia poco sopra la traversa tre minuti più tardi. Al 32′ arriva il raddoppio grazie a Marco Verratti che aspettava da tanto tempo questa rete (non segnava da sei anni, la sua unica firma in azzurro risaliva al febbraio 2013 contro l’Olanda): vince un contrasto al limite dell’area, si accentra e fa partire uno spettacolare tiro a giro.

Al 34′ viene concesso un calcio di rigore per fallo di mano di Hasler sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Quagliarella si presenta sul dischetto e trasforma diventando così il più anziano marcatore di sempre della storia della nostra Nazionale. In chiusura di primo tempo Kean colpisce la traversa e in pieno recupero arriva il 4-0: fallo di mano di Kaufmann (espulso) su tiro di Verratti, Quagliarella concretizza il penalty per la personale doppietta.

Loading...
Loading...

In avvio di ripresa Spinazzola cerca di segnare con un delizioso pallonetto ma il portiere avversario salva tutto. Al 57′ entra Zaniolo che sostituisce Jorginho e proprio il romanista cerca il gol in un paio di circostanze venendo però sempre rimpallato. Italia al piccolo trotto e il Liechtenstein riesce a difendersi bene nonostante l’uomo in meno, al 66′ Romagnoli sbaglia un gol fatto non riuscendo a insaccare da due passi il comodo assist di Kean dalla sinistra. Kean vuole a tutti i costi il gol dopo quello siglato contro la Finlandia e al 70′ si sblocca: Spinazzola sontuoso sulla sinistra, cross in mezzo per Quagliarella che fa da torre per il giovane compagno di reparto il quale insacca da due passi.

Al 72′ arriva il debutto in azzurro per Pavoletti che prende il posto di un applauditissimo Quagliarella e quattro minuti dopo lo stesso Pavoletti segna il 6-0: colpo di testa parato dall’estremo difensore avversario, poi insacca la respinta. Al 78′ esce capitan Bonucci, fischiato dal pubblico, per fare spazio al debuttante Izzo. Nei dieci minuti finali non succede nulla di rilevante e l’Italia conquista la vittoria senza alcun problema.

 

Clicca qui per le pagelle di Italia-Liechtenstein

Clicca qui per VIDEO highlights Italia-Liechtenstein

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top