Ginnastica, Serie A 2019: i temi caldi della gara di Padova. Italia verso gli Europei, Fate alla riscossa, il forcing di Mori e tanto altro

Sabato 30 marzo si disputerà la seconda tappa della Serie A 2019 di ginnastica artistica, al PalaKione di Padova andrà in scena l’appuntamento di mezzo del campionato italiano a squadre. Si preannuncia una gara molto avvincente e appassionante, analizziamo alcuni temi caldi della gara.

VERSO GLI EUROPEI – A Padova andrà in scena l’ultima gara prima della rassegna continentale che si disputerà a Stettino (Polonia) dal 10 al 14 aprile. La tappa della Kioene Arena sarà dunque importante per capire lo stato di forma delle azzurre che saranno poi impegnate nel primo grande appuntamento stagionale. Il CT Enrico Casella ha comunicato alla UEG le quattro convocate per l’evento: Giorgia Villa, Elisa Iorio, Asia e Alice d’Amato. Vedremo se qualcosa potrà ancora cambiare o e se ci presenteremo effettivamente con il quartetto delle Fate al gran completo, la terza gara stagionale per la classe 2003 ci darà alcune risposte importanti.

FATE ALLA RISCOSSA – L’Italia della ginnastica artistica si aspetta moltissimo dalla classe 2003, i piccoli fenomeni che ci fanno sognare in grande in vista dell’imminente futuro. Durante la prima tappa non erano state perfette, poi erano cresciute in occasione del Trofeo di Jesolo e dopo un mese di allenamenti ce le aspettiamo performanti anche perché gli Europei sono dietro l’angolo. Giorgia Villa si era infortunata durante la prova podio della Classicissima ma è tornata subito in palestra e quasi sicuramente ci farà vedere qualcosa di interessante, le gemelle d’Amato ed Elisa Iorio regaleranno cose importanti tra volteggio e parallele asimmetriche. I nuovi esercizi (parlando anche dei 10 cm e del quadrato) dovrebbero avere fatto dei passi in avanti, staremo a vedere.

GIOVANI ALL’ARREMBAGGIO – La Serie A è da sempre un’occasione importante anche per vedere all’opera le giovani di riferimento del nostro movimento. Camilla Campagnaro (la migliore a Busto Arsizio), Giulia Cotroneo, Alessia Federici, India Bandiera, Veronica Mandriota, Chiara Vincenzi, Micol Minotti, Angela Andreoli andranno tenute in forte considerazione.

LARA MORI, CHE TOUR DE FORCE – Terzo weekend di gara consecutivo per la toscana che arriverà in Veneto dopo aver conquistato due secondi posti al corpo libero in Coppa del Mondo. L’allieva di Stefania Bucci ha brillato tra Baku e Doha mettendo da parte dei punti importanti per la corsa alle Olimpiadi di Tokyo 2020, ora vestirà il body della Giglio Montevarchi per aiutare le compagne a ottenere un buon piazzamento. Non è facile gareggiare così tanto in appena due settimane e la stanchezza potrebbe farsi sentire.

CARLOTTA FERLITO, LA STRADA DEL RITORNO – La siciliana era tornata in gara cinque settimane fa in occasione della prima tappa di Serie A, al PalaYamamay di Busto Arsizio aveva mostrato cose interessanti tra trave e corpo libero. La veterana del circuito sembra essere in buona forma soprattutto sui suoi attrezzi di riferimento, questa uscita sarà importante per vedere ulteriori passi in avanti col body della Gal Lissone.

BRIXIA CONTRO TUTTE: LA LOTTA PER LA CLASSIFICA – Brixia Brescia superfavorita per la vittoria e per ipotecare lo scudetto, le Campionesse d’Italia non avranno grossi problemi a vincere trascinate soprattutto dalle Fate. Alle loro spalle si infiamma la lotta per il podio: Ginnastica Civitavecchia, Gal Lissone, Giglio Montevarchi, Artistica 81 Trieste, Olos Gym 2000 Roma sembrano essere le principali pretendenti.

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Federazione Ginnastica Azerbaijan

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Karate, Europei 2019: Mattia Busato lotterà per il bronzo nel kata! In finale nuova sfida tra Ali Sofuoglu e Damián Quintero

Michael Schumacher sarà celebrato al Goodwood Festival of Speed ​​2019