Volley, Finale Coppa Italia 2019: i migliori e i peggiori. Leon un mostro, Ricci strabiliante, Juantorena non basta, Zaytsev sottotono


Nel weekend si è disputata la Final Four della Coppa Italia 2019 di volley maschile, Perugia ha alzato al cielo il trofeo sconfiggendo Civitanova: i detentori del trofeo si sono confermati sul trono rimontando i cucinieri dallo 0-2. Di seguito le pagelle dei migliori uomini in campo e degli atleti di punta delle quattro squadre in gara alla Unipol Arena di Bologna.

WILFREDO LEON: 10. Un vero e proprio fenomeno, non era in perfette condizioni fisiche ed è stato il grande trascinatore di Perugia: la sua serie al servizio nel quarto set della finale è stata fantasmagorica, col passare dei minuti è salito in cattedra e i 26 punti dell’atto conclusivo sono stati esemplari. Un Giaguaro indemoniato al primo trofeo in Italia.

FABIO RICCI: 9. I tre primi tempi consecutivi nel quarto set della finale hanno ribaltato totalmente l’esito della Coppa Italia, poi il centrale si è fatto sentire anche nel tie-break: 11 punti e 82% in attacco nell’atto conclusivo, una prova da leoni.

LUCIANO DE CECCO: 9. Il palleggiatore ha cambiato le sorti della sfida con Civitanova. Ha deciso di cambiare la regia e ha mandato in confusione la Lube che non è più stata in grado di reagire.

ALEKSANDAR ATANASIJEVIC: 8. L’opposto si conferma il faro dei Block Devils, sontuoso per tutto il weekend, un martellatore nato che ha attaccato come un ossesso e che ha festeggiato l’ennesimo sigillo con i Campioni d’Italia.

FILIPPO LANZA e MASSIMO COLACI: 7. Rappresentano la solidità di Perugia, sempre molto precisi e convincenti.

OSMANY JUANTORENA e TSVETAN SOKOLOV: 7,5. Le loro elevate percentuali offensive in finale (71% e 68%, 17 e 25 punti) non sono purtroppo bastate a Civitanova per evitare la sconfitta nella settima finale consecutiva in quindici mesi.

IVAN ZAYTSEV: 5. Purtroppo mai in partita nella semifinale contro Perugia, l’opposto di Modena fatica a decollare e tutta la squadra ne risente. La crisi dei Canarini continua.

LUCA VETTORI e SIMONE GIANNELLI: 7. Bravi nella semifinale con Civitanova, Trento guadagna il tie-break ma poi manca la zampata decisiva. Un vero peccato perché i dolomitici hanno ribadito la propria caratura.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Ettore Griffoni Live Photosport

Lascia un commento

scroll to top