Vela, Coppa del Mondo Miami 2019: perdono posizioni gli azzurri nella quarta giornata. Ferrari-Calabrò quinti nel 470, Mattia Camboni settimo nel RS:X


Si è conclusa nella notte italiana anche la quarta giornata di gare a Miami, in Florida (Stati Uniti d’Amercia), dove si sta svolgendo il secondo appuntamento delle World Series 2019 di vela. Per la spedizione azzurra, priva dei campioni iridati nel Nacra 17 Ruggero Tita e Caterina Banti, restano ancora quattro equipaggi nelle prime dieci posizioni, con le diverse imbarcazioni in lotta per conquistare un posto nella Medal Race nel 470 e nel RS:X.

Nel 470 maschile Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò perdono la prima posizione con due regate negative e un parziale di 22(scartato)-14 che li fa scivolare al 5° posto con 38 punti, mentre in testa salgono gli svedesi Dahlberg/Bergstrom a quota 21. Molto più indietro il secondo equipaggio azzurro, composto da Matteo Capurro e Matteo Puppo, che si assesta al 30° posto con un parziale di 24-27. Nel 470 femminile Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini terminano con un 12-12 di giornata e si trovano ora al 10° posto con 49 punti, piuttosto distanti dalla prima posizione delle tedesche Oster/Winkel (18 punti). Elena Berta e Bianca Caruso guadagnano leggermente in classifica con un parziale di 14-16 e salgono al 20° posto.

Sono tre le regate disputate nel RS:X maschile e femminile. Tra gli uomini Mattia Camboni perde terreno con un parziale di 11-22-5 e si colloca al 7° posto con 65 punti. Il polacco Pawel Tarnowski guida al momento la classifica con 54 punti. Giornata negativa per Daniele Benedetti che con il 25(scartato)-16-13 odierno scivola al 13° posto. Sotto tono anche le azzurre, con Flavia Tartaglini che resta la migliore nella generale ma si trova al 9° posto con un parziale di 21(scartato)-16-15. L’italiana ha un totale di 66 punti e una trentina scarsa di lunghezze di distacco dalla prima posizione occupata dalla cinese Yunxiu Lu (38 punti). Negative anche le giornate di Veronica Fanciulli, 15° posto dopo il 13-23-24 odierno, e di Marta Maggetti, 18° posto con un parziale di 30-29-19.

Terminate le regate per i due equipaggi azzurri nel 49er, dove resta da disputare soltanto la Medal Race. Simone Ferrarese e Valerio Gatti chiudono al 25° posto dopo il parziale di 26-36, mentre Uberto Crivelli Visconti e Gianmarco Togni terminano una posizione più indietro, al 26° posto, con un 32-14 di giornata. Discorso analogo nel 49erFX, dove Maria Ottavia Raggio e Jana Germani concludono la loro prova al 28° posto dopo il parziale odierno di 18-25-34.

Molto attardati infine gli azzurri nel Laser, dove al comando della classifica generale resta il norvegese Hermann Tomasgaard. Il migliore è Giovanni Coccoluto, al 30° posto con un odierno 44-19. Più indietro Gianmarco Planchestainer, 39° posto dopo il 39-11 di oggi, e Marco Gallo, 42° posto con un 36-38 di giornata. Si mantiene al 53° posto Nicolò Villa, secondo tra coloro che non sono riusciti ad accedere alle regate del gruppo dei migliori. Non molto meglio si comportano le azzurre nel Laser Radial. Nella classifica generale guidata dalla statunitense Paige Railey, Silvia Zennaro, 15-25-33 il suo parziale, è la migliore con un 19° posto. Poco distante Valentina Balbi, al 23° posto dopo l’odierno 41(scartato)-38-17. Decisamente più staccate Carolina Albano, 38° posto con un 40(scartato)-43-6 di giornata, e Francesca Frazza, che non è riuscita a ripetere la seconda posizione della prima regata odierna ed è scivolata al 44° posto con un parziale di 2-36-57.

 

 

roberto.pozzi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: CP DC Press / Shutterstock.com

Lascia un commento

scroll to top